TOP

Caratteristiche degli pneumatici Bridgestone EcopiaEP001S

Figlio di un’accurata progettazione tenutasi in Giappone, Bridgestone Ecopia EP001S è uno dei primi pneumatici al mondo ad aver ottenuto la classificazione AAA nel sistema di valutazione nipponico.

gomme auto

Svelato durante il Motor Show 2012 di Parigi, da quel momento in poi è stato un vero e proprio tripudio di apprezzamenti: qualificandosi come uno pneumatico altamente avanzato, tecnologicamente nuovo e sicuro sotto ogni punto di vista, tanto da esser da più parti ritenuto come il top gamma dell’intera offerta aziendale.

A permettergli di ottenere un punteggio tanto elevato sia in Giappone che in Europa, d’altronde, sono stati i risultati dei test a cui è stato sottoposto. Esiti, che per quanto riguarda le voci di aderenza su bagnato, consumo di carburante, maneggevolezza di guida e tenuta su strada hanno prodotto risposte eccezionali! Ed è così che in breve tempo la gamma Ecopia, con il suo prodotto di punta ritratto in Ecopia EP001S, è divenuta la protagonista assoluta dell’intero catalogo Bridgestone.
Non avrebbe potuto essere altrimenti, dal momento in cui è lei a farsi promotrice di un perfetto equilibrio tra prestazioni di sicurezza e compatibilità ambientale: i tre capisaldi su cui Ecopia va alla grande riguardano inevitabilmente i requisiti di rotolamento (per un eccellente risparmio sui consumi), di focalizzazione per una maggiore sicurezza su fondi bagnati, e di manovrabilità dinamica capace di fornire adeguate risposte agli standard di stabilità.

Ma scendiamo nei dettagli. Per quanto riguarda il primo punto, Bridgestone assicura che il suo Ecopia EP001S si avvale di una tecnologia alquanto rivoluzionaria. Si tratta della mescola NanoPro-Tech™ che, forte di micro-silice e di polvere d’acqua, permette al pneumatico di risparmiare energia e di ridurre al minimo la resistenza al rotolamento.

Il secondo fattore, quello riguardante l’aderenza su superfici bagnate, viene invece permesso grazie alle scanalature dritte e profonde che permeano il battistrada, nonché dai lunghi intagli orizzontali che ne aumentano il contatto con l’asfalto. Grazie alla presenza di questi fattori, il fenomeno dell’acquaplaning viene drasticamente ridotto.

E se si vuole che il prezzo valga la candela, ecco che i test ci mettono al riparo: il tasso di usura di questa tipologia di pneumatico è fortemente limitato. Tutto merito di un incremento diretto alla rigidità dei tasselli, il quale fa sì che Ecopia EP001S veda ottimizzata la propria resistenza all’usura irregolare.

Tuttavia è piuttosto noto come la causa ambientale stia a cuore a molti automobilisti. Per non permettere ai suoi pneumatici di rimanere indietro per quel che riguarda il fattore eco-friendly, Bridgestone ha pensato bene di infondere a ciascuno di essi delle tecnologie che potessero rispettare l’ambiente. In particolare Ecopia EP001S, se da un lato garantisce un risparmio di carburante fino a 150 euro annui, dall’altro è frutto di una serie di studi tesi a ridurre le emissioni inquinanti.

Come ottimamente sintetizzato dal Director Consumer Marketing and Sales Support, José-Enrique Gonzalez“Ecopia EP001S rende pubblica l’esperienza tecnica di Bridgestone nella produzione di gomme con bassa resistenza al rotolamento e maggiore sicurezza su fondo bagnato”.
Questo pneumatico è sostanzialmente il fiore all’occhiello della produzione Bridgestone, tant’è che i massimi risultati raggiunti nei parametri europei (risparmio di carburante: RRC=A; aderenza su bagnato; WGI=A). gli assicurerà ancora diversi anni di successo garantito.

Per quanti fossero interessati all’acquisto o quantomeno a testarlo dal vivo, il prodotto è rintracciabile presso i centri autorizzati Bridgestone sparsi su tutto il territorio italiano.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>