TOP

Eco incentivi auto 2014/2015: cosa sono e come funzionano

Ogni anno vengono proposti degli ecoincentivi auto basati sulle basse emissioni dei modelli, in sostanza si cerca di premiare la produzione di auto ecologiche e a basso impatto ambientale e promuovere la loro vendita sostenendo con un aiuto il portafoglio degli acquirenti.

Solo lo scorso anno nel mese di maggio erano stati stanziati ben 31.363.943 euro dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il fondo era destinato a promuovere l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessivi, quindi si trovavano offerte di vendita con ecoincentivi auto per modelli a trazione elettrica, ibrida, a GPL, Metano o biometano, a biocombustibile e ancora a idrogeno. Tutte le auto che hanno usufruito dello sconto per ecoincentivo producevano CO2 con emissione non superiore a 120 g/KM.

Ogni anno il contributo per ecoincentivi auto ha le sue modalità di erogazione, quindi bisogna sempre riferirsi al Ministero dello Sviluppo Economico e alla modalità di vendita proposta dalla singola casa automobilistica. Il contributo ecoincentivo auto può essere dato solo per veicoli nuovi non precedentemente immatricolati, quindi si favorisce la rottamazione della precedente automobile.

Gli eco incentivi non erano solo per automobili ma anche per veicoli commerciali, ciclomotori, motoveicoli e quadricicli. Ecco il quadro di distribuzione del fondo ecoincentivi auto e altri veicoli dello scorso anno.

Il 15% è destinato all’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti, di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

Il 35% per l’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti, di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

Il 50% per l’acquisto di veicoli ecologici con emissioni non superiori a 120 g/km da parte di aziende o destinati all’uso di terzi (tra cui taxi, noleggio e liberi professionisti).

Per i veicoli acquistati nel 2014 il contributo – corrisposto direttamente dal venditore all’acquirente mediante compensazione con il prezzo di acquisto – è pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 20% del costo complessivo del veicolo così come risultante dal contratto di acquisto (e prima delle imposte), con un tetto massimo di:

5.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km

4.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km

2.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Per i veicoli acquistati nel 2015 il contributo è pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 15% del costo del costo complessivo del veicolo così come risultante dal contratto di acquisto (e prima delle imposte), con un tetto massimo di:

3.500 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km

3.000 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km

1.800 € per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>