TOP

FIAT 500 “TOPOLINO”

fiat 500 topolino auto epocaNon tutte le auto che hanno fatto la storia hanno portato innovazioni tecnologiche importanti. Un caso esemplare è quello della cosiddetta “Topolino”, la prima FIAT 500 entrata in produzione che, dopo l’uscita dei modelli successivi, venne chiamata FIAT 500 A. Nel linguaggio popolare, invece, l’auto venne subito ribattezzata “Topolino” per la somiglianza del frontale al famoso personaggio della Disney che in quegli anni faceva la sua comparsa anche in Italia.

La FIAT 500 “Topolino” era stata pensata per motorizzare gli italiani e, quando fu commissionata, alla FIAT venne richiesta un’auto con un prezzo finale massimo di 5000 lire. Finì invece per costarne quasi il doppio: i primi modelli furono infatti messi in vendita a 8900 lire, ovvero venti volte lo stipendio di un operaio specializzato. Ma anche se disattese le aspettative di costo, la Topolino fu, tra gli Italiani che stavano in quegli anni scoprendo l’automobile, un vero e proprio successo. Nel 1975 il famoso cantautore e musicista Paolo Conte le dedicò addirittura una canzone, “La Topolino amaranto”.

La FIAT 500 “Topolino”, in produzione dal 1936 al 1945, uscì in 4 diverse versioni, due a balestra lunga e due a balestra corta, entrambe trasformabili o berlina.

Quando si parla di FIAT 500, bisogna sempre specificare di quale 500 si tratta: A, B, C, economica, campagnola, apribile, oppure una delle sue derivate, come la mitica 500 C furgonata Abarth o addirittura il primo prototipo, mai entrato in produzione, la “Tutta Avanti” del 1931.

Le quotazioni di mercato della FIAT 500 “Topolino” si aggirano attualmente sugli 8000 euro per le versioni a balestra lunga, mentre per le versioni a balestra corta il prezzo è di circa 9000 euro.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>