TOP

Maserati Indy America, storico modello battuto all’asta di Silverstone

Maserati Indy AmericaÈ stata venduta all’asta una rara Maserati del 1972 presso le Aste Silverstone a Lancaster in occasione del Classic Motor show del 15 e sedici novembre. Il modello è la Maserati indy che celebra la vittoria delle celebre casa alla 500 miglia di Indianapolis gara prestigiosa statunitense. IL RWD è quotata a un prezzo stima di euro 42.000 e euro 50.000. Il modello è stato ricolorato a spray con una tinta rosso fiammeggiante, l’interno è stato curato con pelle raffinata color avorio e sono stati cambiati sia i freni che il differenziale. La Maserati Indy è stata la prima volta al Salone di Torino nel 1968, con un corpo di Vignale e il modello di produzione che ha debuttato l’anno seguente al Salone di Ginevra. Questa è stata una delle ultime vetture progettate da Vignale, prima di essere acquistato da De Tomaso . Il marchio è stato poi acquistato da Ford che lo utilizzerà per una gamma di modelli lussuosi che verranno lanciati a breve. Anche se l’automobile è stata progettata come una coupé aveva spazio per quattro passeggeri. La Indy America è stata prodotta in cinque anni con un motore da 4.2 litri con 260cv, 290cv uno 4,7 litri e 4,9 litri V8 con 320cv. L’asta batterà per un modello Indy America del 1972 con un motore da 4,7 litri con cambio a cinque marce, che è stato originariamente venduto nel Regno Unito con il volante sul lato destro. La vettura ha appena ricevuto un restauro che ha rimosso la vecchia vernice e ha ripristinato lo stile con un ridipinto in Rosso Corsa. L’interno è stato anche recuperato con una prestigiosa pelle in tono avorio. Infine, la vettura ha ricevuto anche nuovi freni e un aggiornato differenziale posteriore. La vettura potrebbe essere battuta all’asta di Silverstone per un importo compreso tra i cinquanta e i sessantamila euro.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>