TOP

Nuovo passaggio Moto d’epoca dal 1 gennaio 2015

Oggi parliamo delle novità 2015 passaggio moto d’epoca, per moto d’epoca si intende i modelli che rientrano nella categoria veicoli storici ovvero al trentesimo anno dalla data di prima immatricolazione e che non sono adibiti all’uso professionale.

Anche le moto d’epoca come le automobili rientranti tra i veicoli storici subiscono le novità della Legge di Stabilità del 23 dicembre 2014. A partire dal primo gennaio infatti è possibile usufruire di agevolazioni per il passaggio di proprietà che riduce l’IPT sigla che indica l’Imposta provincia di Trascrizione.

Al momento del passaggio di proprietà le moto storiche subiranno un importo per il versamento IPT di 25,82 euro.  Per usufruire della riduzione, l’interessato, deve farne espressa richiesta sulla nota di presentazione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) indicando gli estremi di legge (art. 63, comma 4, della L. 342/2000).

A partire dal 1° gennaio 2015, a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, non godono più delle agevolazioni IPT i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico ultraventennali (costruiti da oltre vent’anni e da non più di trenta).

A tale regola generale fa eccezione la Provincia autonoma di Bolzano che ha confermato che alle autovetture, agli autoveicoli per trasporto promiscuo e ai motoveicoli destinati al trasporto di persone per uso privato, a decorrere dall’anno in cui si compie il ventesimo anno dalla loro costruzione, si applica l’agevolazione IPT prevista per i veicoli storici. Inoltre la Provincia ha confermato l’esenzione IPT per tutti i motocicli, anche nel caso in cui siano siano ultratrentennali o ultraventennali di interesse storico e collezionistico.

L’uso non professionale della moto d’epoca si attesta con un’autocertificazione e una perizia specializzata effettuata da un commercialista che dovrà attestare che il veicolo non è collegato ad una partita IVA oppure non vede l’applicazione di detrazioni fiscali per le spese legate al possesso de veicolo.

2 commenti. Lascia un commento

  1. angelo

    ormai non dobbiamo più meravigliarci siamo pecoroni e accettiamo quasi tutto da questi politicanti
    che non capiscono niente se non tartassare .
    In italia siamo alle ultime gocce del limone ed indifferenti a quello che avviene nel mondo che ci circonda.
    eravamo il paese del possesso, diventeremo il paese dell’uso .
    Camminate e passeggiate nelle vie di un qualsiasi paese e come diceva celentano
    là dove c’erano negozi, artigiani, case che ti facevano sentire vivo , ora trovi cartelli vendesi e saracinesche abbassate cioè la desolazione . Hanno tassato tutto anche i funerali per cui vengono
    e comprano gli extracomunitari che con le loro associazioni comprano e diventano proprietari di pezzi storici italiani.
    Lo stesso vale per le auto storiche che con le ingiuste imposizioni fiscali saranno rottamate e reimmatricolate all’estero.

  2. Sono Italiano ma vivo all’estero. Salve a tutti. Domanda: comprero’ in ITALIA una moto d’epoca di oltre 30 anni (40 per la precisione). Quanto costa passaggio di proprieta’e che documentazione dovro’ produrre ? L’acquisto della moto e’ a fini di mia personale goduria…non per speculare. Saluti e VIVA L’ITALIA. Post Scriptum: Finite quello che aveva cominciato Giuseppe GARIBALDI..LIBERATE l’ ITALIA dal VATICANO…o vi renderanno stranieri in Patria.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>