TOP

Quale soluzione per la dimora delle auto?

Oggi giorno tutti possiedono almeno un auto, sovente poi, le famiglie ne hanno anche due o più. Si pone allora il problema di dove metterle, soprattutto la notte o anche quando si va in vacanza, si è via e si lascia l’auto a casa. Ovviamente è sempre possibile parcheggiare per strada, negli appositi spazi contrassegnati dal comune con le righe bianche o con quelle gialle, normalmente destinate proprio ai residenti, ma di certo se si ha un’alternativa migliore è bene sfruttarla!

 

Partendo dal presupposto che in alcuni frangenti, soprattutto nelle grandi città ed in particolar modo nelle zone più centrali, in quelle prevalentemente residenziali, ma ancor peggio nei centri storici, dove le case sono molto vecchie e tutte del tutto o quasi prive sia di garage che si posti auto interni, trovare un parcheggio per strada, anche in divieto di sosta e riuscire a scendere dall’auto, è già un mezzo miracolo, è pur vero che, se si può e si riesce, l’ideale sarebbe trovare un ricovero più adeguato e sicuro per la nostra macchina!

 

Lasciare l’auto sempre parcheggiata in strada aumenta esponenzialmente le probabilità di furti, ma non solo: bisogna tener presente che inevitabilmente, escludendo gli atti vandalici, come il taglio delle gomme o possibili rigature della carrozzeria, che purtroppo sono anch’essi da mettere in conto, sebbene fortunatamente non siano frequentissimi, piccole botte ed ammaccature dovute alle manovre di parcheggio altrui sono all’ordine del giorno. Senza contare gli inconvenienti dovuti agli agenti atmosferici: a parte la seccatura di bagnarsi quando piove, di eventuali nevicate e del ghiaccio da togliere dai vetri nelle fredde mattine di inverno, esiste sempre il rischio che una grandinata o qualche ramo d’albero durante un temporale rovinino la carrozzeria.

 

Vediamo dunque quali sono le alternative per la dimora della nostra auto, analizzando molto brevemente pro e contro di ciascuna.

 

La scelta top: il garage

Indubbiamente la soluzione migliore per riporre la propria macchina, ma anche la moto o automezzi di qualunque altro tipo, è quella di acquistare un box. Ovviamente se ve ne sono all’interno del fabbricato in cui abitiamo, magari interrati, meglio ancora, poiché in questi frangenti non è neppure necessario uscire di casa ed é l’alternativa in assoluto più comoda, perché per prendere l’auto non ci si bagna quando piove, non si prende caldo quando c’è il sole e non si fa fatica a portare la spesa o a caricare e scaricare i bagagli quando i deve partire!

 

Non sempre però si riesce a trovare un box nelle vicinanze della propria casa, o talvolta non si hanno i soldi necessari per acquistarlo, anche perché si può arrivare a spendere diverse decine di migliaia di euro, per cui si ripiega in cerca di una soluzione alternativa più percorribile.

 

L’alternativa: i posti auto

Decisamente più economici rispetto ai garage sono i posti auto. Questi sono di fatto degli spazi riservati e possono essere coperti o scoperti, possono essere privati, condominiali o addirittura al di fuori dalla propria abitazione, ma sempre nelle vicinanze della stessa.

Per posti auto privati si intende che all’interno del proprio giardino è possibile riservare uno spazio, direttamente accessibile dalla strada e pavimentato, per potervi parcheggiare l’auto e questo, eventualmente, pur dovendo essere aperto sui lati, può però essere coperto con una tettoia, che protegga la nostra auto dalle intemperie e ci eviti almeno in parte i disagi di un parcheggio scoperto. I posti condominiali sono ricavati in un area esterna di proprietà del condominio e spesso vengono siglati o numerati in modo che ad ogni condomino (o talvolta solo ad alcuni), corrisponda un dato posto e sempre quello, ma vi sono anche casi in cui è possibile scegliere di volta in volta un posto tra quelli che si trovano liberi.

 

Sebbene vengano considerate autorimesse pertinenziali quelle collocate a qualche centinaia idi metri dall’abitazione, alcuni, pur avendo disponibilità di denaro, preferiscono un posto auto sotto casa ad un garage a 200/300 m di distanza; c’è poi chi anche avendo un box non lo utilizza spesso, per evitare di fare manovra, mentre altri a sapere la loro macchina parcheggiata tutta la notte lungo la strada non riuscirebbero a chiudere occhio! È questione di scelte e di abitudine!

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>