TOP

Riforma patenti 2013. Che fine ha fatto il patentino CIG?

patentino cigIl 10 gennaio 19 è entrata in vigore la nuova riforma delle patenti 2013. La precedente differenziazione tra le patenti A, B, C, viene ampliata e abbiamo ben 15 nuove categorie. L’AM sostituisce il patentino CIG che veniva conseguito dai teenager per guidare i motorini. La patente AM permette di guidare ciclomotori a 2 o 3 ruote e quadro cicli leggeri, si può conseguire in Italia a partire dai 14 anni, consente di guidare su tutto il territorio UE e SEE, purché non si trasportino altre persone. Oltre all’AM, per i motocicli abbiamo ben 4 categorie: A – A1 – A2 – B e B1. I sedicenni possono guidare veicoli abilitati con patente A1 e B1.

Dai 18 anni si possono conseguire le patenti B e Be, C1 e C1E per la guida delle automobili e dei veicoli complessi. Per categorie più complesse che prevedono veicoli per il trasporto di molte persone e grandi merci il limite di età per conseguire il titolo è aumentato a 24 anni, salvo possesso della patente CQC merci/persone.

Tra le novità previste dalla nuova normativa, il limite di velocità per i primi tre anni dal conseguimento della patente di 90 km/h sulle strade extraurbane principali e di 100 km/h sulle autostrade, attualmente previsto solo per i titolari di patente B, è esteso ai titolari di patenti A2, A e B1.

Insieme alle nuove categorie e alle nuove disposizioni, la riforma patenti 2013 ha cambiato il modello del documento che serve per guidare. Infatti, le nostre patenti non riporteranno più la residenza e i tagliandi autoadesivi. La residenza verrà registrata nell’Anagrafe nazionale delle patente e sarà consultabile solo dagli organi di polizia. Mentre il nuovo modello verrà inviato dalla motorizzazione civile in caso di duplicato. La vecchia patente dovrà essere distrutta.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>