TOP

Tesla Motors: niente cause a chi usa i nostri brevetti open source

Il produttore di veicolo elettrici Tesla si sta preparando ad un grande passo che sarà importante per tutto il settore di produzione di veicoli ecologici. Infatti, Tesla vuole rendere la sua biblioteca di brevetti open source, una mossa che apre un importante capitolo per la proprietà delle idee e delle innovazioni tecnologiche progettuali e che ha principalmente uno scopo: incoraggiare lo sviluppo e la concorrenza nel settore EV, veicoli elettrici o veicoli ecologici.

La scelta non arriva in un momento a caso, infatti pochi giorni fa è avvenuta la consegna della prima unità dei Veicoli Tesla Modello S ai clienti di Londra. Il Ceo di Tesla Elon Musk ha annunciato tale mossa della società nel blog aziendale.

Analizziamo adesso le nuove auto elettriche Tesla. Il Modello Tesla S, ha una gamma NEDC di 312 miglia e dispone sistema infotainment con touchscreen da 17″, raggiunge 0-60 accelerazione in 4,2 secondi. Nel Regno Unito la vendita comincia con un prezzo di partenza di £ 50.280 e il contributo pubblico £ 5.000.

Musk ha detto che la mossa brevetto è venuto nello spirito del movimento open source e per far progredire la tecnologia dei veicoli elettrici. Sul blog, ha scritto: “Tesla Motors è stata creata per accelerare l’avvento del trasporto sostenibile Se abbiamo chiaro un percorso per la creazione di veicoli elettrici interessanti, ma poi laici mine di proprietà intellettuale dietro di noi per inibire gli altri, stiamo agendo in una. modo contrario a tale obiettivo. Tesla non avvierà cause brevettuali contro chiunque, in buona fede, vuole usare la nostra tecnologia.” Ha aggiunto  “La nostra vera concorrenza non è il piccolo rivolo di auto elettriche Tesla non in produzione, ma piuttosto l’enorme flusso di benzina auto versando fuori di fabbriche di tutto il mondo ogni giorno”.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>