TOP

Volkswagen: la nuova Tiguan

volkswagen-tiguan-001-1[1]Nella prima metà dello scorso aprile la Volkswagen ha presentato una versione totalmente rinnovata della propria suv Tiguan che va a sostituire l’omonimo modello già in vendita a partire dal 2007, rivisto negli ultimi anni. Con questa seconda generazione Volkswagen vuole di certo dare uno strappo rispetto al più recente passato rafforzando l’immagine della Tiguan anche tramite una perfetta capacità di adattamento delle versioni a due sole ruote motrici e quelle a trazione sulle quattro ruote.

Oggi la nuova Tiguan si discosta profondamente dalle linee del suv convenzionale che l’ha preceduta, il design esterno presenta tutti quegli elementi del più recente corso stilistico intrapreso dalla casa di Wolfsburg, linee marcate e spigolose ma allo stesso tempo eleganti, molta attenzione al reparto luci con l’adozione di tecnologia LED. Come sulle Passat, la calandra centrale si raccorda ai fari sviluppandosi orizzontalmente.

Le misure esterne non variano di molto attestandosi sui quasi 450 centimetri di lunghezza, tuttavia è migliorata notevolmente l’abitabilità interna grazie alle dimensioni del passo sensibilmente migliorate. Stesso discorso per un bagagliaio dall’invidiabile capacità di carico, 520 litri. Abbandonato il vecchio telaio frutto di un mix di componenti provenienti Golf e Passat a vantaggio della più moderna piattaforma MQB, particolarmente valida nell’assecondare la Tiguan per quanto riguarda il comportamento in Off Road delle versioni 4Motion. Motorizzazioni, tutte Euro 6, presentano la classica suddivisione benzina e gasolio, dove per le prime troviamo un affidabile 1.4 litri nelle declinazioni da 115 e 150 cavalli, quest’ultima dotata anche del cambio a doppia frizione DSG. Più ampia la capacità di scelta dei motori diesel con potenze di 150, 156, 190 e 240 cavalli. Da sottolineare che tutti i motori sono turbo e ad iniezione diretta.

Decisamente variegato il capitolo dei prezzi, a partire da 27.550 euro fino a raggiungere 45.500 euro. Cifra che può benissimo essere superata qualora si decidesse di optare per un nutrito numero di optional.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>