Auto per disabili

Molte attività quotidiane presuppongono l’utilizzo dell’automobile che dovrà essere adatta alle proprie personali esigenze.
Se in famiglia c’è una persona con disabilità motorie, occorre scegliere un mezzo che sia stato pensato per trasportare una sedia a rotelle. Le vetture possono essere in questo caso modificate per fare il modo che la persona con disabilità motorie abbia l’opportunità di viaggiare in totale sicurezza e comfort.

Tipologie di modifiche

Le modifiche disposte sulle auto per disabili possono essere di tre tipologie: tecniche, estetiche e funzionali.
Olmedo SpA, azienda che da anni si occupa di fornire le giuste soluzioni per far viaggiare in modo comodo e sicuro i disabili, offre una serie di modifiche che rendono una vettura adatta al trasporto di una carrozzina.
Per garantire l’accesso alla vettura sono disposti dei sistemi con pianale abbassato molto semplici da utilizzare ed estremamente funzionali. Sempre per agevolare la salita sulla vettura, Olmedo SpA propone delle auto per disabili con pedana dotata di sollevatore ad azionamento elettronico-idraulico.
Per il trasporto disabili su mezzi pubblici, che quindi avviene in maniera occasionale e senza caratteristica di frequenza, possono essere installati sulla vettura o pulmino dei sollevatori con doppio braccio dotati di maniglioni di sicurezza e pedana telescopica.

Soluzioni innovative

Olmedo SpA è sempre alla ricerca della totale soddisfazione del cliente e, proprio per questo motivo, realizza delle modifiche a 360 gradi. Per una disabilità che non compromette la guida, possono essere installati dei comodi e pratici dispositivi di guida legati al volante come gli acceleratori manuali a cerchiello o a cursore, la servofrizione, le prese al volante polifunzionali e altre ancora. Per l’ingresso nella vettura del conducente possono essere montate delle tavolette elettriche di risalita.
Per agevolare la salita nel mezzo lato passeggero, oltre ai sistemi precedentemente descritti, possono essere installati dei sedili autocaricanti che in maniera automatica, permettono l’ingresso del disabile vicino al conducente e porta di apertura elettrica traslante.

Come scegliere il prodotto migliore

Prima di effettuare una scelta occorre valutare una serie di elementi che possono far preferire un auto per trasporto disabili piuttosto che un’altra.
Innanzitutto vanno valutate le caratteristiche fisiche della persona disabile come peso e altezza ma anche le dimensioni della carrozzina. Questi dati sono la base per scegliere il veicolo che possa garantire il miglior comfort al soggetto.
Occorre poi considerare il numero dei componenti della famiglia per scegliere un mezzo ergonomico che possa permettere alla persona in carrozzina di viaggiare vicino ad altri passeggeri.
Per rendere più autonomo il disabile possono essere disposti dei meccanismi per la salita e la discesa pratici da usare e sistemi di trasferimento che permettono al disabile di poter viaggiare vicino al conducente.
Infine devono essere valutate tutte le caratteristiche legate alla sicurezza. I veicoli devono essere infatti testati e certificati secondo le normative europee.

Agevolazioni fiscali auto per disabili

Nel caso in cui si desideri acquistare una vettura adattata per disabili è possibile godere di alcune agevolazioni fiscali interessanti come la detrazione dall’Irpef del 19% calcolato sul costo totale del veicolo, un’aliquota Iva agevolata del 4% e due tipologie di esenzioni: del bollo auto e dell’imposta di trascrizione.
La detrazione Irpef e l’Iva agevolata possono essere applicate una volta solo nel corso di un quadriennio dalla data di acquisto di una vettura nuova o usata con un limite di cilindrata specifico.
L’esenzione del bollo auto risulta valida sia quando l’auto è intestata al disabile che quando la stessa è intestata a un altro famigliare al quale il disabile risulta a carico.
L’imposta di trascrizione può essere elusa dietro apposita richiesta al Pra competente e riguarda sia i passaggi di proprietà di vetture usate che le prime iscrizioni di auto nuove. Anche in questo caso l’esenzione è valida sia se il mezzo è intestato al disabile o a un suo famigliare.
Per maggiori informazioni sulle agevolazioni è possibile consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.