in ,

Lamborghini segna il record di vendite nel 2021

Lamborghini fa registrare un nuovo, ma atteso, record. Il costruttore di Sant’Agata Bolognese ha consegnato 8.405 vetture su scala globale

Urus

Lamborghini fa registrare un nuovo, ma comunque già ampiamente atteso, record. Il costruttore di Sant’Agata Bolognese ha infatti registrato il suo migliore anno da quando la casa automobilistica è stata fondata dal visionario Ferruccio Lamborghini. Il 2021 si è infatti concluso con ben 8.405 vetture consegnate su scala globale, con un incremento in termini di vendite pari al 13% rispetto al precedente 2020.

A trainare le vendite del marchio ci pensa il primo SUV di Lamborghini, ovvero l’Urus che ha chiuso l’anno con l’incredibile complessivo di 5.021 unità vendute. Alle vendite dell’Urus seguono quelle della Huracán che ha fatto registrare una comunque valida cifra pari a 2.586 unità immatricolate in accordo con gli ottimi numeri fatti registrare dalla STO. La Aventador ha garantito invece 798 unità immatricolate.

Vendite interessanti per Lamborghini anche in Italia

Secondo il CEO di Lamborghini, Stephan Winkelmann, il record rappresenta l’importanza di quattro fattori nella gestione del marchio: “solidità della strategia, elevata reputazione del brand a livello globale, competenza e passione delle nostre persone e professionalità e dinamismo da parte dei 173 dealer in 52 mercati”.

La crescita di Lamborghini è apparsa piuttosto omogenea anche a livello delle singole Regioni sulle quali opera il marchio. Crescono i dati in America con un valido +14%, valore identico nella regione Asia Pacifico: bene anche l’EMEA che fa registrare un più che valido +12%. Le tre macro regioni mondiali si sono quindi spartite gli ampi volumi prodotti da Lamborghini per valori, nell’ordine, pari rispettivamente al 35%, 27% e 39%.

Oggi però il primo mercato globale rimane quello statunitense in accordo con 2.472 unità immatricolate e un +11% rispetto al 2020. Agli Stati Uniti segue la Cina con 935 immatricolazioni, utili a garantire un +55% rispetto all’anno precedente, quindi Germania con un +16% utile per 706 vetture immatricolate e Regno Unito con 564 unità (+9%). Vanno molto bene le vendite anche in Italia dove si registra un valido +3% rispetto all’anno precedente, in accordo con ben 359 Lamborghini immatricolate.

Nel 2021 peraltro si segnalano ottime novità in casa Lamborghini. Il costruttore ha celebrato i 50 anni della Countach con l’introduzione della discussa LPI 800-4 alla quale si sono aggiunte la performante Huracán STO (sigla che indica la denominazione di Super Trofeo Omologata) e la Aventador Ultimae ovvero quella che dovrebbe essere l’ultima V12 termica del costruttore di Sant’Agata Bolognese. Anche il 2022 aprirà la porta ad ulteriori novità, in accordo con le nuove sfide imposte dalla sempre più imperante transizione ecologica. La nuova gamma ibrida del toro arriverà già a partire dal 2023.