in ,

Mercato auto, andamento e previsioni future

Audi A4 faro

Il mercato dell’auto sta vivendo una fase estremamente particolare, infatti la crisi dei microchip continua a farsi sentire rallentando le immatricolazioni, inoltre la transizione ecologica in atto determina una sorta di indecisione tra gli automobilisti, i quali devono districarsi tra modelli con tecnologie differenti. A proposito di transizione, ricordiamo che l’Unione Europea ha stabilito lo stop ai motori endotermici a partire dal 2035.

Ma qual è l’andamento attuale del mercato automobilistico? Quali sono le previsioni future? Lo scopriamo in questo articolo.

Mercato auto in sofferenza

I dati parlano chiaro e indicano che, purtroppo, il settore auto continua a segnare numeri negativi. Nel mese di giugno si è sfiorato un – 18% e anche il mercato dell’usato inizia a dare importanti segni di cedimento.

In questo 2022, dunque, le immatricolazioni sono in continua decrescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Indubbiamente sono molti gli elemento che pesano su questa crisi, infatti la difficoltà a produrre auto nuove dovuta all’assenza di microchip è sicuramente deleterio, c’è molta incertezza sui tempi di consegna e stiamo assistendo ad un aumento piuttosto evidente del listino di quasi tutti i modelli.

È fuori discussione che, a pesare maggiormente sulla crisi del mercato dell’auto, è l’incertezza relativa alla disponibilità di eco-incentivi oltre, come detto, ai problemi legati ai tempi di consegna.

Le formula di acquisto più richieste

Nel clima di incertezza che stiamo vivendo attualmente, però, le case automobilistiche stanno mettendo in campo delle azioni per cercare di migliorare i numeri. Infatti, a disposizione dei clienti vengono messi numerosi piani finanziari per agevolare l’acquisto di una nuova vettura.

Uno dei metodi che continua a far registrare numeri positivi è, senza ombra di dubbio, il noleggio a lungo termine senza anticipo ovvero una formula che permette al conducente di avere a disposizione un’auto a propria scelta, pagando un canone mensile che comprende tutti i vari servizi accessori come la manutenzione, il bollo, l’assicurazione e molto altro. Inoltre, con questa formula, il cliente non dovrà sborsare alcun anticipo, potendo quindi contare su un contratto flessibili e costruito su misura in base alle proprie esigenze.

Opel Astra ibrida
Opel Astra ibrida

Crescono ibride e elettriche

La transizione ecologica spinge sempre più automobilisti a rivolgersi alle nuove tecnologie, parliamo ovviamente delle auto elettriche. Queste rappresentano, senza dubbio, il futuro della mobilità. Tanto è vero che ormai quasi tutte le case automobilistiche hanno annunciato di voler produrre solo veicoli full electric già a partire dai prossimi anni.

Ad oggi comunque quelle che crescono maggiormente sono le auto hybrid e full hybrid, che sono certamente una soluzione intermedia molto interessante, in quanto permettono di avere basse emissioni, ma con costi di acquisto più contenuti rispetto ad un’auto elettrica.

Mercato auto, cosa aspettarsi per il futuro?

Difficile fare previsioni certe, ma ovviamente il mercato dell’auto continuerà a soffrire i problemi legati alla Pandemia, alle difficoltà relative alla transizione ecologica e alla guerra in Ucraina.

Ad ogni modo si prevede che le case costruttrici possano avere dei margini in crescita, nonostante il numero di vendite ridotto. Per quanto riguarda il mercato dell’usato invece appare evidente che la contrazione sia netta. Ci si aspetta dunque un calo dei prezzi, aumentati in maniera notevole nell’ultimo periodo proprio per la mancanza di auto nuove.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!