in ,

Porsche 911 GT3: il restyling gira al Nürburgring con un design rivisto

I prototipi della Porsche 911 GT3, ovvero del suo restyling, sono passati a uno degli scenari di test più impegnativi e duri a disposizione

911 GT3

Dopo i test invernali, i prototipi della Porsche 911 GT3, ovvero del suo restyling, sono passati a un altro degli scenari di test più impegnativi e duri a disposizione dei costruttori. Parliamo dell’iconico tracciato tedesco del Nürburgring dove la sportiva del costruttore tedesco ha messo a punto quelle che saranno le sue caratteristiche rinnovate e ulteriori migliorie. Si tratta di alcune interessanti foto spia che rivelano anche ulteriori novità in merito al suo design esterno.

Lo sviluppo del restyling della Porsche 911 GT3 continua ad affrontare una nuova fase. Se qualche mese fa i prototipi di questa versione dell’iconica sportiva tedesca invadevano le strade ghiacciate del nord della Svezia nella variante più “addomesticata” ovvero la Porsche 911 GT3 Touring, ora la variante più prestazionale lo fa nei dintorni e sull’iconico asfalto del Nürburgring offrendo una visione più chiara delle novità che presenterà in campo estetico.

I prototipi della Porsche 911 GT3 sono stati rivisti e sono protagonisti di queste ultime foto spia e in uno dei suoi habitat più naturali, proprio quello del tracciato tedesco dove aveva già girato lo scorso anno. Rispetto ad un anno fa, ora la pellicola nera opaca che il costruttore tedesco usa abitualmente è stata trasferita anche all’anteriore di questa 911 più radicale e prestazionale. Il paraurti è infatti completamente rivestito e non mostra più l’enorme presa d’aria che occupa quest’area da un’estremità all’altra, offrendo un design più arrotondato che rimane però estraneo a quanto vedremo sugli esemplari definitivi.

911 GT3

Le foto spia mostrano la Porsche 911 GT3 impegnata al Nürburgring

Il raffreddamento del propulsore che equipaggia la Porsche 911 GT3 è stato più che limitato a una fascia nella parte inferiore, ma è anche evidenziato dai fari ancora camuffati dotati della sofisticata tecnologia di illuminazione HD Matrix LED. Porsche ha anche aggiunto delle fessure di ventilazione alle estremità del paraurti posteriore che rappresentano l’unica unica modifica in quest’area accanto ai nuovi gruppi ottici posteriori che sono già nascosti negli angoli.

Basta dare un’occhiata più da vicino alla sportiva del costruttore tedesco per rendersi conto che esiste anche un cambiamento piuttosto importante che si trova proprio sotto la terza luce dello stop. La cover nera lucida fino ad ora utilizzata ha lasciato il posto a nuove prese d’aria aggiuntive, estrattori extra per espellere il calore generato dal motore sospeso sopra l’asse posteriore. Il restyling della Porsche 911 GT3 continuerà a presentare la sua grande ala sostenuta dai tipici elementi a forma di collo di cigno e uno spoiler attivo più sottile al di sotto, con capacità attiva.

911 GT3

Il restyling della 911 GT3 continuerà a mantenere l’elevato dinamismo tipico del modello

Con i relativi miglioramenti impartiti al telaio, allo sterzo, ai freni e alle sospensioni, la nuova Porsche 911 GT3 arriverà nel 2024 con un’esperienza di guida ancora più brutale, se possibile, poiché una delle qualità di questa versione è che continuerà ad essere dotata di un propulsore endotermico atmosferico. Il suo motore flat-six da 4,0 litri può erogare un extra di potenza del motore, che ammonta a 520 cavalli complessivi offrendo il cambio manuale a sei e sette marce o l’automatico a doppia frizione PDK con lo stesso numero di rapporti di quello ad azionamento manuale.

Foto, Motor.es