in

Volkswagen Up

Volkswagen UP

La nuova Volkswagen Up sarà presentata ufficialmente al Salone di Francoforte (Settembre 2011).

Si presenta al pubblico come un’utilitaria, lunga 3,54 m, larga 1,42 m ed alta 1,48 m.

Lo spazio interno è stato ampliato. Omologata per quattro passeggeri, risulta molto comoda anche per lunghi tragitti.

Il carico è pari a 251 l, con i sedili posteriori in posizione normale. Se, invece, si decide di abbassarli il carico aumenterà fino a 951 l.

La Volkswagen Up è equipaggiata con un propulsore a trazione anteriore. Nella gamma motori troviamo interessanti novità: l’1.0 tre cilindri benzina da un litro con
sovralimentazione mediante turbo. Sarà disponibile in due versioni. La prima da 60 cv, la seconda da 75 cv.

Grazie ad alcune modifiche tecniche, sono stati ridotti i consumi, che si attestano intorno ai 4,3 l/100 km.

I produttori affermano che arriverà, nel corso del 2013, una versione a gas del motore sopra descritto e promettono di abbassare ulteriormente i consumi, fino a portarli a 3,2 l/100 km.

Di serie tutte le versioni sono dotate di cambio manuale a cinque marce, mentre, nel 2012 arriverà anche un modello con cambio automatico.

Alla messa in commercio la Volkswagen Up sarà offerta in tre versioni: Move Up, High Up, Take Up.

La nuova vettura è dotata del sistema City Emergency Braking, che, fino ad una velocità di 30 km/h, permette di evitare, o almeno attutire, i danni causati da un pericolo imminente.

Interessante anche il Personal Infotainment Device, un pratico computer di bordo, che gestisce telefono, navigazione e autoradio.

La Volkswagen Up sarà messa in commercio nel corso del 2012. Il costo di listino dovrebbe essere 9.800 euro, che corrispondo a 8.500 sterline.

La nuova VW Up è di statura piccola, sotto il metro e mezzo eppure risulta molto agevole grazie alla lunghezza e all’angolo di apertura delle porte, oltre alla facilitazione offerta dalla corona del volante tagliata nella parte bassa. La seduta si presenta elevata, anche se permette di lasciare molta aria tra la testa e il padiglione.

Silenziosa se si evita di andare oltre i 4.000 giri e priva di vibrazioni nonostante alla Casa tedesca si siano risparmiati il contralbero di equilibratura. L’interno è ben curato con una finitura laccata per la fascia centrale della plancia. In evidenza è stato posto il display del sistema infotelematico  Navigon con comandi touch screen integrato, da inserire a richiesta per meno di 500 euro.

La strumentazione si presenta a tre quadranti analogici, con un contagiri piccolo. Il volante è tagliato in basso e si presenta regolabile soltanto in altezza. L’impianto di ventilazione è dotato di un diffusore centrale unico, così come unico è il pannello integrato per la climatizzazione e per la radio.

Da sottolineare è la manovrabilità del comando che assicura innesti sciolti in sintonia con uno sterzo molto leggero. Mentre il fondo ad altezza variabile contraddistingue il bagagliaio che offre da 251 a 951 litri utili abbattendo i sedili.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!