TOP

Dodge Viper SRT

Dodge Viper SRTDebutta al Salone di New York la nuova Dodge Viper, realizzata grazie al contributo tecnologico delle sportive Fiat come Ferrari, Maserati e Alfa Romeo. I primi teaser parlano di un motore V10 da oltre 700 CV.

Nuova Dodge Viper al Salone di New York 2012.
Gli appassionati di auto sportive americane possono tornanre a sognare. Al Salone di New York 2012 debutta infatti la Nuova Dodge Viper SRT, che prosegue così la storica serie di vetture sportive dopo che nel 2009 la produzione della Viper stava per cessare definitivamente a causa della crisi finanziaria del gruppo Chrysler.

SRT diventa un marchio sportivo
Ricomincia da qui dunque il nuovo corso della Viper, che non sarà più marchiata Dodge ma SRT, sigla che indicava inizialmente una divisione speciale responsabile delle auto più potenti del gruppo, e che dal 2011 è diventata una vera e propria casa automobilistica appartenente al Gruppo Fiat-Chrysler.

Motori sviluppati con Ferrari, Maserati e Alfa Romeo
Oltre al salvataggio del gruppo americano, la Nuova SRT Viper può beneficiare delle tecnologie motoristiche di cui dispone Fiat con i suoi marchi Ferrari, Maserati e Alfa Romeo. Grazie alla condivisione delle tecnologie gli ingegneri e i tecnici della muscle car americana hanno avuto la possibilità di svecchiarne la meccanica, certamente potente e diretta con il suo V10 da 8.7 litri e 700 CV, ma troppo lontana dall’efficienza e dall’affidabilità delle motorizzazioni più recenti ed evolute.

Motore V10 da 700 CV
Per quanto riguarda le motorizzazioni possiamo azzardare una versione entry level, magari con il nuovo propulsore V8 da 6.4 litri Hemy sviluppato da Chrysler, e una versione più prestazionale, magari con il V10 originale della Viper ma rivisto nel sistema di iniezione diretta secondo l’esperienza italiana.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>