TOP

Aston Martin Valkyrie, hypercar figlia del vento

Aston Martin ValkyrieNell’ambizioso piano di rinnovamento in casa Aston Martin troviamo l’esempio più estremo attualmente in circolo tra le Hypercar, stiamo parlando della Aston Martin Valkyrie che debutterà nel 2019 ma di cui sono state rilasciate le prime immagini con le forme reali e definitive. Il progetto è opera di Adrian Newey, uno dei più competenti progettisti di vetture Formula 1 dalla Williams all’attuale Red Bull. Il lavoro aerodinamico è notevole, zero appendici ma funzioni deportanti canalizzate sotto la vettura; nella migliore tradizione dell’effetto suolo alla ricerca della maggiore deportanza la macchina viene concepita come un’ala capovolta nella migliore ottimizzazione del famoso Effetto Venturi.

L’abitacolo presenta due accessi laterali non molto ampi che permettono di calarsi nel piccolo abitacolo spartano come quello di una Formula 1 vera e propria con la classica posizione distesa del guidatore con le gambe rivolte verso l’alto. Due i posti per i passeggeri che dispongono di cinture di sicurezza a quattro punti di ancoraggio con possibile richiesta di quelle a 6 punti. Il volante raggruppa un gran numero di comandi e si presenta molto simile a quelli utilizzati per le auto da corsa, gli specchietti retrovisori vengono sostituiti da due schermi mentre la strumentazione è sostituita da uno schermo Oled.

Largo utilizzo di materiali compositi e alluminio; un dato sui fari anteriori dice che questi pesano quasi la metà dei fari convenzionali proprio per la loro struttura in alluminio. Niente si conosce invece per quanto riguarda il motore adottato e sulla meccanica in generale. Tuttavia pare essere noto il fatto che sotto al cofano possa trovarsi un 6.5 litri a 12 cilindri a V di derivazione Cosworth in abbinamento ad un elettrico per superare la sbalorditiva cifra dei 1.000 cavalli.

Inoltre è già cosa nota che lo 0 a 320 km/h viene percorso in appena 10 secondi!

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>