TOP

aumento auto elettriche

auto elettricheLa società di ricerca elettronica e consulenza IMS Research ha condotto uno studio sull’evoluzione e la crescita del mercato dei veicoli elettrici. Entro il 2020, le macchine elettriche o ad alimentazione ibrida saranno più di 10 milioni in tutto il mondo. Questo porterà ad un aumento delle stazioni di ricarica, soprattutto negli Stati Uniti, Cina Giappone e Germania. Questi paesi sono agevolati da aziende che investono in prodotti green tech e dal sostegno pubblico e privato nel settore delle infrastrutture di ricarica. Secondo i ricercatori, lo sviluppo è anche favorito dall’adozione delle normative sulle emissioni e dalla preoccupazione sui cambiamenti climatici e sulla sicurezza energetica.

Anche la Commissione Europea si è interessata al fenomeno dell’aumento della auto elettriche perché è un tema al centro delle possibili soluzioni per ridurre l’inquinamento e l’emissione dei gas a effetto serra. Al contrario dell’IMS Research, ha rilevato in Europa una certa difficoltà nell’evoluzione dei numeri dei veicoli elettrici. I costi sono troppo elevati e la conversione del sistema di trasporto ai veicoli elettrici incontra ancora molti problemi strutturali e di competitività commerciale. Quindi, Germania a parte, dobbiamo vedere cosa succederà anche negli altri paesi europei. Sembra che Volvo stia investendo nella ricerca di nuove batterie efficienti e resistenti nei tempi di ricarica.

Se il numero degli effettivi proprietari di veicoli elettrici in Europa non cresce, non si può dire la stessa cosa di chi utilizza questi nuovi mezzi. Se è troppo costoso l’acquisto e il mantenimento si ricorre al noleggio. Aniasa e Deloitte hanno rilevato che nel nostro Paese le società di autonoleggio sono state le maggiori acquirenti di veicoli elettrici. Nel 2012, hanno immatricolato il 77% di 524 mezzi venduti in Italia. Questo dato poteva crescere se le società non avessero incontrato problemi causati dalla carenza di infrastrutture di ricarica e dal costo eccessivo dei modelli di veicolo elettrici e delle batterie. Infatti, la richiesta è molta ma la possibilità di rispondere in maniera competitiva e soddisfacente è ancora ai minimi livelli.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>