TOP

In Volvo è l’ora della V90

volvo-is-going-all-in-on-a-new-station-wagon-with-the-v901-300x225.png" alt="volvo-is-going-all-in-on-a-new-station-wagon-with-the-v90[1]" width="300" height="225" srcset="http://www.motorisumotori.it/wp-content/uploads/2016/06/volvo-is-going-all-in-on-a-new-station-wagon-with-the-v901-300x225.png 300w, http://www.motorisumotori.it/wp-content/uploads/2016/06/volvo-is-going-all-in-on-a-new-station-wagon-with-the-v901-768x576.png 768w, http://www.motorisumotori.it/wp-content/uploads/2016/06/volvo-is-going-all-in-on-a-new-station-wagon-with-the-v901-1024x768.png 1024w, http://www.motorisumotori.it/wp-content/uploads/2016/06/volvo-is-going-all-in-on-a-new-station-wagon-with-the-v901-900x675.png 900w" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" />In casa Volvo i frutti del nuovo corso intrapreso già con la XC90 cominciano a maturare, la nuova Volvo V90 pare proprio esserne l’esempio tangibile, tra l’altro derivata già dalla berlina S90. Proprio dalla XC90 deriva l’intera meccanica, motori compresi, da segnalare che la V90 viene proposta con sole motorizzazioni 2.000 di cilindrata, lunghezza complessiva che strizza l’occhio ai cinque metri totali.

La cura delle linee esterne risulta essere notevole con un frontale, come già si accennava, di chiara scuola XC90, nel complesso la lunghezza notevole slancia l’intera linea, forte anche di una costante inclinazione del tetto che nella parte posteriore termina in uno spoiler che non dispiace affatto; i montanti ospitano le luci posteriori che tuttavia scendono fino ad ottenere un andamento orizzontale sul portellone stesso.

A portiere aperte gli interni presentano finiture degne di nota, la sensazione di lusso si tocca con mano a partire dai sedili e rivestimenti in pelle fino agli inserti in legno pregiato. Lo spazio a bordo non manca anche se il posto centrale sul divano posteriore risulta fortemente sacrificato da un tunnel centrale di trasmissione dal notevole volume, a dominare la plancia uno schermo touch da ben 8,4” che gestisce anche i principali impianti di bordo.

Nonostante la verve da “macchinona” di lusso la Volvo V90 tiene ottimamente la strada e risulta in qualche modo agile, i motori, come già accennato, tutti duemila a 4 cilindri, non deludono. Vasta la scelta differenziabile in numerosi allestimenti ma anche in diverse varianti di cavalleria, 150, 190 e 235 cavalli per le versioni a gasolio, mentre sono due le differenze capacità espresse in cavalli per quanto riguarda l’alimentazione a benzina, la più “normale” versione da 254 cavalli e la poderosa versione da 320 cavalli. La V90 è già prenotabile ma arriverà in Italia soltanto ad ottobre di questo anno, prezzi da 44.960 euro.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>