TOP

La Centenario ha “aperto” il tetto

Lamborghini Centenario RoadsterVenti esemplari, tutti e venti venduti. La Lamborghini Centenario Roadster è andata letteralmente a ruba tra i facoltosi collezionisti desiderosi di averla. Edizione limitata del massimo che Lamborghini potesse creare, fino ad oggi. La meccanica è quella della già potentissima coupé, 0-100 km/h in 2,9 secondi e motore V12, rivista invece l’aerodinamica. Affinamenti al parabrezza per diminuire le turbolenze nell’abitacolo e un’ala mobile al posteriore; stabilità garantita alle alte velocità. All’esterno vernice opaca argento Centenario.

Ogni particolare è studiato per garantire performance e funzionalità prestabilite. Si pensi ad esempio alle razze dei cerchi a forma di elica che integrano condotti in grado di facilitare l’espulsione dell’aria calda dei freni migliorandone il raffreddamento. Ad eliminare i vortici d’aria ci pensano invece un canale dietro i poggiatesta che indirizza l’aria dell’abitacolo verso il cofano posteriore. Come si diceva, l’ala posteriore è invisibile a vettura ferma, si alza di quindici centimetri appena la Centenario si muove.

Carrozzeria e telaio sono realizzati in fibra di carbonio per un peso complessivo fissato a 1570 chilogrammi.

Il motore è derivato da quello disponibile per la Aventador, cilindrata di 6,5 litri ma dotato di ben 770 cavalli disponibili fino a 8600 giri. La velocità massima supera il valore di 350 chilometri orari. A bloccare questo tipo di potenza ci sono freni in materiale composito che permettono alla Centenario Roadster una distanza di arresto, da 100 km/h fino a 0, che si attesta in 31 metri. Il diametro delle ruote è di 20 pollici all’anteriore e 21 al posteriore, con sistema di sterzata di queste ultime disponibile di serie. Il cambio è automatico robotizzato. All’interno trova posto uno schermo da 10,1 pollici dotato di connettività Apple CarPlay e della possibilità di calcolare la telemetria. Il costo finale della Roadster è fissato in due milioni di euro, si intende senza le tasse.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>