TOP

Cambiare il motore dell’ auto usata, è possibile?

cambiare motore auto usateCambiare il motore delle auto usate è possibile seguendo le direttive dettate dal codice della strada, soprattutto se questo è troppo vecchio e rotto. Bisogna rispettare le stesse caratteristiche, perché per legge deve essere tutto omologato. Spesso se si cambia il motore dell’auto usata è necessario cambiare anche freni e sospensione, spesso una macchina è pensata anche come spazio per accogliere un motore di una determinata grandezza, un 12 cilindri, ad esempio, non trova lo spazio sufficiente in una Lupo o una Ka. Inoltre bisogna stare attenti agli attacchi giusti di sostegno e all’ integrazione con il sistema di frizione e differenziali, i semiassi che devono essere adeguati alla potenza quanto i freni. L’omologazione è legalmente importante perché in fase di revisione vengono effettuati controlli di accertamento tecnico per la circolazione e la modifica di qualsiasi caratteristica deve essere stata accettata. Che cosa dice la legge a riguardo?

Per cambiare il motore dell’auto usata, bisogna seguire le direttive dell’articolo 78: norme costruttive e di equipaggiamento e accertamenti tecnici per la circolazione. I veicoli a motore ed i loro rimorchi devono essere sottoposti a visita e prova presso i competenti uffici della Direzione generale della M.C.T.C. quando siano apportate una o più modifiche alle caratteristiche costruttive o funzionali, oppure sia stato sostituito o modificato il telaio. Entro sessanta giorni dall’approvazione delle modifiche, gli uffici della Direzione generale della M.C.T.C. ne danno comunicazione ai competenti uffici del P.R.A. solo ai fini dei conseguenti adeguamenti fiscali. Nel regolamento sono stabiliti le caratteristiche costruttive e funzionali, nonché i dispositivi di equipaggiamento che possono essere modificati solo previa presentazione della documentazione prescritta dal regolamento medesimo. Sono stabilite, altresì, le modalità per gli accertamenti e l’aggiornamento della carta di circolazione. Chiunque circola con un veicolo al quale siano state apportate modifiche alle caratteristiche indicate nel certificato di omologazione o di approvazione e nella carta di circolazione, oppure con il telaio modificato e che non risulti abbia sostenuto, con esito favorevole, le prescritte visita e prova, ovvero circola con un veicolo al quale sia stato sostituito il telaio in tutto o in parte e che non risulti abbia sostenuto con esito favorevole le prescritte visita e prova, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 419 a euro 1.682.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>