in

Aston Martin DBX S i prototipi di nuovo al Nurburgring

I prototipi di Aston Martin DBX sono stati nuovamente avvistati al Nurburgring

Aston Martin DBX S
Aston Martin DBX S

Dalle Alpi in Austria al Nürburgring, il prototipo della nuova Aston Martin DBX S sta cambiando radicalmente l’ambiente per essere sottoposto a test ad alte prestazioni. Il SUV del marchio britannico ricompare nella sua speciale mimetica, ma mostra un’immagine più aggressiva.

La griglia del radiatore ha perso le solite strisce orizzontali cromate a favore di una rete a nido d’ape verniciata di nero. Allo stesso tempo, ha perso uno dei suoi tratti distintivi: applicazioni decorative alle estremità, che ospitavano anche le luci di marcia diurna. La necessità di raffreddamento è aumentata, quindi l’intera parte inferiore del paraurti è occupata da una griglia aggiuntiva.

Anche il paraurti nel suo insieme è nuovo, più evidente. Dettagli specifici che esaltano la sportività sono visibili nella parte posteriore, dove la nuova Aston Martin DBX S dispone di due ulteriori porte di scarico. I quattro tubi sono raggruppati in due coppie per una vista posteriore più nitida rispetto al modello di produzione. Questo sarà completato da una regolazione del livello del telaio. Almeno le sospensioni e lo sterzo, perché l’impianto frenante sembra essere lo stesso del normale DBX.

Con queste modifiche si presta particolare attenzione a ciò che questa versione speciale dell’Aston Martin DBX nasconde sotto il cofano anteriore: l’attuale motore V8 biturbo da 4.0 litri o lo stesso V12 che si trova nella DB11. L’aumento del peso del modello ridurrà significativamente i vantaggi rispetto ai concorrenti tedeschi. Tutti i segreti verranno svelati nella seconda metà del 2022, vendendo la novità come modello 2023.

Probabilmente verranno apportati altri aggiornamenti alla Aston Martin DBX S, con una nuova messa a punto della trasmissione e delle sospensioni del tutto possibile. L’interno non dovrebbe cambiare molto, anche se Aston Martin potrebbe dargli tocchi unici per aiutarla a distinguersi. Speriamo di avere presto un’indicazione più precisa su quale motore avrà sotto il cofano. Potrebbero esserci anche altre varianti in fase di sviluppo.

Ti potrebbe interessare: Aston Martin sta preparando una versione altamente performante della DBX