Chevrolet sconsiglia di parcheggiare Bolt al chiuso

Dopo due grandi incendi inspiegabili di Chevrolet Bolt, il costruttore americano consiglia ai propri clienti di non parcheggiare l’auto in un luogo chiuso, e di monitorare il carico. Gli incendi “spontanei” di veicoli elettrici rimangono eventi rari, ma colpiscono tutte le marche. E il più delle volte è un vero grattacapo per i vigili del fuoco che devono controllare il fuoco, colpa del litio che, a contatto con l’aria, si comporta molto infiammabile.

Chevrolet Bolt: dopo due incendi in USA la casa automobilistica consiglia i suoi clienti di non parcheggiarla al chiuso

Cinque recenti e inspiegabili incendi di Chevrolet Bolt negli Stati Uniti hanno portato il marchio a prendere una decisione radicale: consigliare ai propri clienti di non riporre i propri Bolt in un’area chiusa e di monitorare il carico, anche di notte.

“Per precauzione, chiediamo ai proprietari di veicoli elettrici Chevrolet Bolt 2017-2019 che hanno fatto parte di questo richiamo di parcheggiare i loro veicoli all’esterno subito dopo la ricarica e di non lasciare i loro veicoli in carica durante la notte mentre stiamo caricando. I clienti interessati che non avevano partecipato a questo richiamo devono portare il loro veicolo alla loro concessionaria ” , ha affermato General Motors, che ha già richiamato 69.000 Bolt.

Il rischio di incendio di un veicolo elettrico, soprattutto in caso di impatto, ha portato alcuni brand ad addestrare direttamente i vigili del fuoco, che solitamente devono immergere completamente l’auto in acqua.

Chevrolet Bolt

Chevrolet Bolt

Ti potrebbe interessare: La Chevrolet Corvette Stingray sarà importata anche in Italia

Andrea Senatore

Laureato in Giurisprudenza, appassionato di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.