in

Lotus costruirà delle versioni moderne di auto d’epoca mai lanciate

Tutti i restomod saranno costruiti da zero e non deriveranno dai modelli di serie

Lotus Advanced Performance

Lotus Advanced Performance (LAP) svelerà presto i primi dettagli su una serie di auto altamente personalizzate che produrrà in pochissimi esemplari a Hethel (Regno Unito). L’obiettivo principale di LAP è creare vetture estreme a tiratura limitata che saranno costruite e vendute separatamente ai modelli di produzione di base di Lotus.

In aggiunta, ha preso il controllo anche della parte motorsport e prevede di introdurre una gamma di opzioni e pacchetti hardcore per le auto di serie in maniera molto simile a quanto fa BMW M.

Lotus: la divisione LAP svelerà presto dei progetti davvero interessanti

Il team di Lotus Advanced Performance è composto da 15 persone ed è guidato da Simon Lane, ex capo di Aston Martin Q. Egli sostiene che si tratta del reparto operazioni speciali più completo disponibile sulla piazza. Inoltre, ha dichiarato che alcuni progetti davvero fantastici sono in fase di sviluppo.

È probabile che le presentazioni coincidano con importanti anniversari per il brand britannico, fra cui il 50º anniversario della vittoria del campionato costruttori di Formula 1 di Lotus avvenuta nel 1972 e il 75º anniversario del brand nel 2023.

Un teaser pubblicato precedentemente suggeriva che la prima vettura di LAP sarebbe stata ispirata dalle Lotus F1 degli anni ‘70, ma Simon Lane ha anche rivelato che il suo team ha in programma di lavorare su una serie di restomod realizzati su misura che saranno diversi da qualsiasi altra cosa disponibile in vendita. Queste particolari auto si baseranno su disegni tecnici degli anni ‘60 e ‘70 di auto che non hanno mai visto la luce del giorno.

Purtroppo, il responsabile del team non ha fornito dettagli su questi modelli misteriosi, ma ha dichiarato che è possibile utilizzare questi disegni per reinterpretarli e adottare materiali, sospensioni e freni di ultima generazione.

Il brand britannico continuerà a lavorare sui motori endotermici

Mentre Lotus si muove verso l’elettrificazione completa, LAP lavorerà ancora con i motori a combustione interna. Ciò suggerisce che queste creazioni, sebbene modernizzate, utilizzeranno varianti di propulsori iconici appartenenti al passato dell’azienda britannica.

Alla domanda se i misteriosi modelli di Lotus Advanced Performance saranno tecnicamente correlati alle auto di serie, Simon Lane ha dichiarato che i restomod saranno realizzati al 100% su misura; quindi, saranno costruite da zero. In futuro, LAP potrebbe considerare di realizzare delle versioni modernizzate di auto d’epoca.

I clienti adorano l’aspetto e lo stile delle vetture di quel periodo, ma vogliono qualcosa che sia più facile da guidare e forse con il miglior rapporto peso/potenza e dei freni migliori. Lane ha proseguito dicendo che LAP potrebbe offrire un pacchetto electromod per auto classiche lavorando con il Classic Team Lotus guidato da Clive Chapman.

Ci sono clienti che vogliono guidare un’auto d’epoca, ma allo stesso tempo non vogliono impattare sull’ambiente. Una propulsione elettrica può cambiare completamente il modo in cui si guida una vettura storica.

Mentre Lotus Advanced Performance si concentra sui motori a combustione interna, non è stato escluso un futuro elettrico. Le nuove piattaforme danno l’opportunità di effettuare modifiche e creare altri progetti interessanti.