in

Lotus Emira: svelata la nuova sportiva

Lotus Emira
Lotus Emira

Lotus Emira è la nuova vettura sportiva della casa inglese. Presentata nelle scorse ore,dispone di 405 cavalli e dovrebbe essere l’ultima vettura a combustione del marchio britannico. Sarà venduta a meno di 72.000 euro, anche se il prezzo esatto non è stato ancora confermato. Le prime consegne avverranno nel secondo trimestre del 2022.

Lotus Emira è il naturale successore dell’Elise, dell’Exige e dell’Evora. Tutti cessano la produzione nel 2021 per far posto all’Emira, il primo nuovo modello del marchio in oltre un decennio. Questa dividerà il palco con la Lotus Evija, la prima hypercar completamente elettrica della casa. Lotus Emira misura 4,41 metri di lunghezza, 1,89 metri di larghezza e 1,22 metri di altezza, con un passo di 2,57 metri. Pesa 1.405 chili.

Ciò significa che è significativamente più grande rispetto ai modelli precedenti del marchio. Quella a cui assomiglia di più è l’Evora, con la quale condivide altezza e battaglia, anche se guadagna 2 centimetri di lunghezza e 5 di larghezza. Inoltre, è circa 60 centimetri più lungo dell’Exige e 16 centimetri più largo. È anche significativamente più pesante, tra 500 e 300 chili a seconda della configurazione.

Questa crescita va ovviamente contro la filosofia originaria del marchio, che si caratterizzava per la realizzazione di veicoli leggeri, ma consente di accedere a una carreggiata prima inaudita con la conseguente promessa di un maggiore equilibrio su strada. A livello estetico, l’Emira attinge al linguaggio stilistico della Lotus Evija, qui ammorbidito per un pubblico più ‘generico’ e secondo la personalità della vettura sportiva.

I fari sono a LED e la sua disposizione verticale, così come il suo audace cofano motore, hanno una chiara somiglianza con la soluzione adottata su Evija. I cerchi sono da 20 pollici. Al posteriore, il ruolo di primo piano spetta ai due tubi di scarico, che si trovano all’altezza della targa. Lotus ha voluto dare loro una particolare rilevanza per sottolineare il fatto che è l’ultima vettura a combustione ad uscire da Hethel.

Gli interni della Lotus Emira rappresentano un notevole salto di qualità rispetto al resto della gamma del marchio inglese. Il cruscotto è completamente digitale e misura 12,3 pollici. Lo schermo dell’infotainment è da 10,25 pollici ed è touch, oltre che compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

La Lotus Emira è disponibile con due motori a benzina non elettrificati. Un motore è un quattro cilindri di origine Mercedes-AMG da 2.0 litri, sebbene con ingegneria sviluppata da Lotus. La seconda opzione è un V6 turbo da 3,5 litri di Toyota, lo stesso che abbiamo già trovato su Exige ed Evora.

Ti potrebbe interessare: Domani sarà presentata la nuova Lotus Emira: ultima con motore termico

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!