in

Mini Cooper 2023: le immagini della nuova generazione

La nuova generazione di Mini Cooper, prevista per il 2023, si è lasciata immortalare su strada da alcuni fotografi spia.

Mini logo

Entro il 2035 Mini elettrizzerà completamente il proprio portafoglio prodotti. Nel mentre, in questi quattordici anni che il Costruttore inglese, appartenente al gruppo BMW, punterà su modelli a combustione termica, perlomeno nei prossimi anni. Con lo sviluppo delle infrastrutture di ricarica idonee lungo l’Europa (e, in generale, nel mondo) compirà il salto, ma limitiamoci al presente. Perché sono uscite delle foto spia ritraenti la Mini Cooper, ritratta dallo staff di Motor1.

Mini Cooper: linee più bombate

Mini Cooper

Pronti a cogliere un prototipo della tre porte di nuova generazione su strada, riusciamo ad avere un’idea più precisa su cosa approderà in futuro. L’esemplare immortalato, in versione termica, anticipa le modifiche apportate dai progettisti in ottica stilistica. Le novità nel look, attese per essere introdotte sulla prossima compatta del brand, saranno presumibilmente confermate nella versione definitiva.

Mini Cooper

Piccole le dimensioni, grandi i contenuti. Le Mini hanno sempre fatto leva su questo principio immutabile, anche nel caso della Mini Cooper. Dunque, le proporzioni rimangono quelle della proposta contemporanea, sebbene contraddistinta da linee più bombate. A tal proposito, abbiamo avuto occasione di vedere la variante 100% a trazione elettrica, ufficialmente svelata nei primi di novembre.

Mini Cooper

La vettura dovrebbe subire degli aggiornamenti con una calandra rinnovata, un paraurti anteriori reinterpretato e gruppi ottici di dimensioni lievemente maggiori. Al momento, la zona posteriore pare immutata. Occhio, però: il camouflage adottato cela forse delle modifiche al retrotreno. Per chiarire la questione occorrerà attendere ulteriori immagini.

Interni e motorizzazioni

Mini Cooper

In merito, invece, agli interni segnaliamo degli upgrade consistenti. L’abitacolo accoglierà, infatti, un sistema di infotainment inedito, il quale disporrà della forma rotonda dell’odierno touchscreen, opportunamente collocato al centro del cruscotto. Inoltre, sarà presente pure il quadro strumenti digitale introdotto con l’ultimo restyling. E verrà complessivamente ridotto il numero di pulsanti fisici, in favore del digitale, un’evoluzione quantomeno necessaria. Da qui in avanti la strumentazione virtuale crescerà via via di importanza.

Mini Cooper

Riguardo alle motorizzazioni, il listino non si discosterà presumibilmente dall’assortimento attuale. Che, lo ricordiamo, contempla unità a tre cilindri e quattro cilindri benzina e diesel. In aggiunta, sarà integrata una variante EV, con upgrade limitati per ottemperare alla legislazione europea sulle emissioni.

Mini Cooper

L’esordio della Mini Cooper di nuova generazione è confermato per il 2023, anno in cui probabilmente approderà pure la versione alimentata a batteria. Quest’ultima, a differenza della controparte termica, destinata a essere costruita sulla stessa piattaforma dell’auto oggi disponibile, affonderà le radici su un’architettura studiata appositamente da BMW per l’elettrico.