in

Autoscout 24 partner dell’evento “Internet Motors”: web e auto motive, la nuova frontiera.

Il 17 aprile, si è svolto all’Hotel Principe di Savoia di Milano “Internet Motors”, evento dedicato all’attuale status e alle prospettive del mondo internet applicato al settore automotive, promosso e da alcune società specializzate da anni in questo particolare ambito, tra cui AutoScout24, la piattaforma di motori online leader in Italia e in Europa.

Una giornata di formazione, con sessioni tenute dai più importanti esperti di internet e automotive in Italia, per apprendere le best practice internazionali sul marketing online dei prodotti automobilistici.

L’evento ha visto la partecipazione di oltre 720 iscritti, tra dealer, OEM, e, in generale, addetti ai lavori della filiera automobilistica, e ha ospitato gli interventi di numerosi speaker d’eccezione: sul palco della sala si sono alternati Tommaso Bortolomiol (Quintegia), Luca Andreose (sophus3), Marco Marlia (DriveK), Vincenzo Bozzo (AutoScout24), Fabio Galetto (Google), Alessandro Lago (OmniAuto), Marilda Qerimi (Autombile.it) e Mattew Watkins (WatkinsMedia), che hanno affrontato numerosi temi caldi legati al rapporto tra internet e automotive.

In particolare, un focus importante ha riguardato il necessario cambiamento dell’approccio al cliente. Un cliente che oggi, senza alcun dubbio, ha abitudini d’acquisto diverse rispetto solo a dieci anni fa, proprio perché naviga su internet tutti i giorni (la media mensile dei visitatori unici sui siti dei car manufacturer, nel 2011, è stata di 5,4 milioni) e, di conseguenza, arriva in concessionaria già preparato, eliminando così di fatto il tradizionale “gap informativo” tra venditore e acquirente. Tutto questo determina un dato di fatto: le case e i dealer hanno bisogno di soluzioni ben precise, quali il ricorso a un marketing e a una comunicazione pubblicitaria innovativi e veicolati attraverso il web, e un maggiore spazio da dedicare all’usato (comparto che attualmente in Italia occupa solamente il 7% della redditività totale) e post-vendita, due ambiti che nel nostro Paese potrebbero rappresentare leve fondamentali per uscire dalla crisi.

“In questo momento di particolare difficoltà, in cui tutti sono alla ricerca di strumenti validi per superare la crisi, internet rappresenta uno degli ambiti su cui puntare maggiormente”, ha affermato Vincenzo Bozzo, Amministratore Delegato Autoscout24 Italia. “Il web, che oggi nel nostro Paese è ancora poco utilizzato da dealer e OEM rispetto a quanto accade, ad esempio, negli Stati Uniti, può rivelarsi una risorsa importantissima, proprio perché è un potentissimo canale di raccolta di informazioni su potenziali clienti e richieste d’acquisto”.

AutoScout24, forte della sua esperienza e del suo successo nel mondo internet applicato al settore automotive, ha voluto partecipare in prima persona a questo importante evento, collaborando alla sua organizzazione. Il sito Autoscout24 infatti, con i suoi 5 milioni e mezzo di visitatori unici, si pone come realtà leader in questo ambito, offrendo agli utenti il più grande portafoglio di auto usate d’Europa.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!