in

Mitsubishi paga una multa di 25 milioni di euro in Germania

mitsubishi
mitsubishi

Mitsubishi Motors ha confermato, lunedì di aver pagato una multa di 25 milioni di euro ordinata dai tribunali tedeschi nello scandalo “Dieselgate”. “La Procura di Francoforte ha imposto una multa di 25 milioni di euro il 25 marzo, una multa che “non abbiamo impugnato” ha detto un portavoce del produttore in Giappone, rilevando che Mitsubishi Motors aveva già pagato la somma “prima della fine di marzo”.

Mitsubishi Motors ha confermato di aver pagato una multa di 25 milioni di euro per il “Dieselgate”

L’agenzia Bloomberg ha riferito venerdì che, con il pagamento della multa, il partner Renault e Nissan ha chiuso un’indagine dei tribunali tedeschi, che nel 2020 hanno effettuato operazioni di perquisizione in varie sedi dell’azienda. Il tribunale tedesco ha accusato Mitsubishi di aver venduto veicoli non conformi alle normative, a causa di una “svista” da parte dei quadri del gruppo.

Il produttore giapponese ha dichiarato di non aver commesso “alcuna frode” nei livelli di inquinamento dei suoi motori diesel come detto in queste accuse, concentrate in particolare sui suoi motori diesel da 1,6 e 2,2 litri certificati secondo gli standard EURO 5b e 6b. Il grande scandalo dei motori diesel manipolati è venuto alla luce nel 2015, quando il costruttore tedesco Volkswagen ha ammesso di aver dotato 11 milioni di veicoli di programmi informatici in grado di distorcere il livello delle emissioni.

Accusate anche altre case automobilistiche, da Daimler a Fiat Chrysler, passando per le francesi Renault e PSA (tra queste il marchio tedesco Opel), e persino il fornitore tedesco Bosch. La multa ricevuta da Mitsubishi “stabilisce che in passato ci sono state violazioni dovute a negligenza dei compiti di vigilanza relativi alle procedure di approvazione”, ha affermato il portavoce.

“Non è stato dimostrato che queste procedure siano state violate consapevolmente o deliberatamente” e il tribunale di Francoforte “non ha identificato alcun comportamento intenzionale o fraudolento”, ha aggiunto.

Ti potrebbe interessare: Mitsubishi ha presentato la nuova Outlander

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.