in

Stellantis, Elkann: “abbiamo il potenziale per una nuova Tesla”

Secondo il presidente di Exor, John Elkann, il gruppo Stellantis ha le potenzialità per dare vita a un nuovo fenomeno Tesla.

John Elkann

John Elkann vede il potenziale per una nuova Tesla emergere dall’attuale ondata di transizione energetica, in un momento in cui la holding Exor della sua famiglia, proprietaria pure del gruppo Stellantis, sta investendo in startup, tra cui alcune incentrate su fonti più pulite.

Stellantis: John Elkann crede in un fenomeno Tesla ma italiano

stellantis

C’è molta curiosità attorno alla transizione energetica, e non solo per l’automotive. A un certo punto crede che avranno un’azienda da un trilione di dollari proveniente dalle loro attività. Il tema sta già attirando l’attenzione degli Agnelli, e tra i suoi circa 70 investimenti in startup, la holding ha scommesso su tutto, da un generatore di energia nucleare di nuova generazione a una società focalizzata sulla conversione dei razzi di gas naturale in energia Bitcoin.

Exor ha investito circa 1 miliardo di euro in startup negli ultimi cinque anni, mentre si diversificano le tradizionali partecipazioni automobilistiche: la più grande partecipazione in Stellantis e il controllo della Ferrari.

Exor, il cui valore patrimoniale netto ammontava a circa 31 miliardi di euro alla fine di giugno, all’inizio del 2022 ha incassato 9 miliardi di dollari attraverso la vendita del riassicuratore PartnerRe alla francese Covea.

La holding ora prevede di concentrarsi sull’espansione della salute e del lusso, nonché sulla tecnologia. Secondo Elkann non è un’alternativa ad altre industrie ma un’area complementare.

Ufficio Stellantis

Con il settore della mobilità che ha iniziato la sua conversione più radicale in oltre un secolo, hanno iniziato a essere coinvolti nel settore tecnologico cinque anni fa. In aggiunta, si sono adoperati sul comparto del capitale di rischio, ha spiegato Elkann. Il leader del clan Agnelli ha detto di vedere il potenziale per le startup e l’hi-tech in Italia, dove una volta la Fiat della famiglia dominava la scena.

E in una mossa dal forte significato simbolico, è stato garantito negli scorsi giorni il futuro dello storico stabilimento Mirafiori di Torino, poiché Stellantis trasformerà la fabbrica in un hub per veicoli a batteria, compresa la versione elettrica della Fiat 500, che tanto sta ben figurando a livello europeo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!