in ,

Volkswagen ID.Buzz: ecco come è fatto dentro [FOTO SPIA]

I francesi de L’Automobile Magazine sono riusciti ad immortalare gli interni del Volkswagen ID.Buzz nelle prime immagini spia

Volkswagen ID.Buzz Interni
Foto, L'Automobile Magazine

Durante la presentazione della nuova ID.5, Volkswagen ha anche introdotto davanti agli occhi degli spettatori una succulenta anticipazione in riferimento al suo nuovo Volkswagen ID.Buzz ovvero l’attesissimo veicolo commerciale. Il veicolo, che sarà destinato al trasporto dei passeggeri ma anche a quello più strettamente legato alle merci, si porta dietro la lunga tradizione dei veicoli commerciali di Volkswagen riproponendo un vero mito. Si sa che il nuovo Volkswagen ID.Buzz sarà presentato nel corso del 2022, ma non è stato chiarito quando: di certo c’è che il veicolo sarà realizzato all’interno dello stabilimento tedesco di Hannover.

Se Volkswagen ha quindi diffuso una prima immagine ufficiale di quelle che saranno le forme esterne, ormai pressoché definitive, del nuovo ID.Buzz ora i francesi de L’Automobile Magazine sono riusciti ad immortalare gli interni del veicolo commerciale nelle primissime immagini spia a disposizione oggi.

Per la prima volta possiamo apprezzare qualche dettaglio degli interni del futuro Volkswagen ID.Buzz

È probabilmente questa la prima volta che si ha l’opportunità di apprezzare qualche dettaglio degli interni del futuro Volkswagen ID.Buzz. Il veicolo pone fra le sue volontà quella di divenire un veicolo di successo in un segmento sempre meno popolare visto che ormai una larghissima fetta del mercato è dominata solamente dai SUV. Di certo, grazie anche al fatto che sarà esclusivamente elettrico, il nuovo ID.Buzz potrà contare su un enorme spazio disponibile a bordo oltre che su molteplici personalizzazioni a disposizione come Volkswagen faceva col suo antenato.

Volkswagen ID Buzz Interni
Foto, L’Automobile Magazine

È chiaro che il suo design, all’interno, è sempre meno radicale e si allontana da quello del concept visto qualche anno fa. una scelta normale. La posizione di guida è del tutto simile a quella delle ID.3 e ID.4. Troviamo in particolare la piccola strumentazione digitale dietro al volante e un ampio touch screen leggermente rivolto verso il guidatore dove spicca la quasi totale assenza di controlli fisici. Anche il volante, appena mascherato da un adesivo, si avvicina a quello che si trova a bordo di altre Volkswagen oggi.

La grande differenza si riscontra nella posizione di guida, ovviamente molto più alta che a bordo di una ID.3 o ID.4. L’ID.Buzz, che si basa sulla piattaforma MEB dei suoi cugini elettrici, certamente sarà caratterizzato da un’ampia modularità, ma anche da scelte tecnologiche importanti: sarà uno il primo veicolo 100% autonomo di casa Volkswagen a partire dal 2025.

La spinta del Gruppo Volkswagen per i veicoli autonomi è una parte centrale della sua ambiziosa strategia, in base alla quale sta cercando di aumentare i ricavi con particolare attenzione ai veicoli elettrici e ai servizi software. Entro il 2030, Volkswagen spera di trasformarsi in una “società di mobilità” esulando quindi dalla possibilità di essere esclusivamente un semplice produttore di automobili.

“La guida autonoma ha un enorme potenziale per il settore”, ha affermato Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen. “Pensiamo che fino al 2030 l’industria della mobilità possa raddoppiare le sue dimensioni grazie alla guida autonoma”.

Lascia un commento