in ,

Alfa Romeo MiTo: ipotesi di ritorno ora più concrete

Secondo gli inglesi di Autocar, una nuova generazione di Alfa Romeo MiTo sarebbe effettivamente in arrivo: solo elettrica

Alfa Romeo MiTo
Alfa Romeo MiTo

Secondo gli inglesi di Autocar, una nuova generazione di Alfa Romeo MiTo sarebbe effettivamente in arrivo col costruttore del Biscione che si prepara ad un’espansione concreta della sua attuale gamma nel giro di pochi anni. Il CEO di Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, ha confermato che ci sarà una nuova auto ogni anno fino al 2030 sotto l’egida garantita dal nuovo Gruppo Stellantis. Un piccolo SUV, denominato Brennero, arriverà entro il 2025, in più arriveranno le nuove generazioni di Alfa Romeo Giulia e Alfa Romeo Stelvio, oltre al ritorno di una coupé che riporterà in auge la denominazione di Alfa Romeo GTV.

Una nuova compatta è inoltre pronta per fornire un nuovo punto di approdo al marchio, utilizzando in modo ragionevole la tecnologia disponibile già in casa Stellantis. Si tratterebbe proprio del ritorno dell’Alfa Romeo MiTo; lanciata nel 2008, è stata messa in vendita fino al 2019 alla luce del calo della domanda di modelli a tre porte registrata allora. All’epoca Roberta Zerbi, a capo di Alfa Romeo in Europa, spiegò che “la MiTo è una tre porte e le persone scelgono sempre più auto a cinque porte”. La prossima compatta, quindi, avrà inevitabilmente cinque porte per massimizzare le vendite e potrebbe adoperare sicuramente almeno una delle due piattaforme dedicate oggi a disposizione di Stellantis.

Due piattaforme potrebbero fare da base al ritorno dell’Alfa Romeo MiTo

La prima è quella che fa da base alla Nuova 500 Elettrica di Fiat, che è stata sviluppata principalmente per la city car elettrica e dovrà essere utilizzata altrove per giustificarne lo sviluppo. Tuttavia, è più probabile un utilizzo dedicato della piattaforma e-CMP utilizzata da Peugeot e-208 e Opel Corsa-e, poiché le sue proporzioni sono evidentemente ideali per vetture compatte di pari Segmento a quello nel quale si inserirà la MiTo.

Alfa Romeo MiTo Autocar
La proposta stilistica di Autocar per una futura Alfa Romeo MiTo

La nuova Alfa Romeo MiTo sarà esclusivamente elettrica poiché l’Alfa Romeo smetterà di realizzare veicoli dotati di propulsori a combustione interna a partire dal 2025. È probabile che si troverà a rivedere i propulsori già a disposizione di Peugeot e-208 e di Opel Corsa-e, che utilizzano una batteria da 50 kWh e un motore da 134 cavalli per circa 350 chilometri di autonomia.

Il capo di Alfa Romeo UK, Damien Dally, non ha confermato l’arrivo di una nuova compatta, ma ha detto: “il marchio ha una storia di vendita di auto sportive compatte, come l’Alfasud, ed è un’area interessante del mercato che produce alti volumi e ci offre un’offerta molto più ampia. L’Alfa Romeo MiTo era un’auto a tre porte, ma se avesse avuto cinque porte il mercato sarebbe stato molto più ampio. Il prossimo passo nel percorso verso l’elettrificazione è produrre completamente in elettrico e le auto compatte si integrano bene con questa possibilità”.