in

Aumento benzina nel 2012

aumento benzina

aumento benzinaProprio riprendendo spunto dall’omonimo film diretto ed interpretato dal geniale duo Beningni-Troisi, purtroppo anche nei primi del 2012 non passa giorno che il prezzo dei carburanti segni nuovi record lasciandoci così con le lacrime agli occhi.

Tuttavia, seppur giustificato dalle riforme messe in atto negli ultimi mesi e dalle minacce provenienti dall’Iran circa la chiusura del Stretto di Hormuz (passaggio utile alle petroliere), quello che forse molti di noi non sanno è che sul prezzo dei carburanti in Italia pesano “tasse misteriose” che permangono da    70 anni e che il nostro caro Paese continua a farci pagare di sotterfugio, incidendo per ben il 52% sul costo carburante.

La prima fù introdotta già nel1935 – 1,90 lire al litro sulla benzina per finanziare la guerra di conquista dell’Abissinia; seguendo queste orme ogni Governo poi ha ben pensato di imporre “balzelli” per ogni emergenza: dalla crisi di Suez (1956), al disastro del Vajont (1963), fino alle guerre in Libano e Bosnia.

Tornando ai giorni nostri, secondo le associazioni dei consumatori, gli aumenti benzina incideranno sulle famiglie per almeno 120 euro all’anno. Il 2012 servirà solo di preparazione all’aumento delle accise del 1 gennaio 2013 quando la benzina potrebbe ben superare i due euro per litro.
Macchine lavorazione lamiera

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!