in

BMW M Hybrid V8: svelata ufficialmente con la sua livrea da gara

Sotto il cofano è presente un motore V8 biturbo da 4 litri con tecnologia ibrida

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

La BMW M Hybrid V8 è arrivata in Nord America ed è stata presentata al pubblico per la prima volta con la sua livrea da corsa in occasione di un evento di lancio tenutosi al Petersen Museum di Los Angeles.

Il primo prototipo sviluppato da BMW M Motorsport in 25 anni sfoggerà una livrea d’avanguardia che sfrutta gli iconici colori di BMW M quando gareggerà nella classe GTP dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship nel 2023.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara
BMW M Hybrid V8 livrea da gara

BMW M Hybrid V8: debutta al Petersen Museum di Los Angeles

Al Petersen Museum sono stati anche annunciati i quattro piloti principali che prenderanno il loro posto al volante delle due vetture BMW M Team RLL: Connor De Phillippi (USA), Philipp Eng (AUT), Augusto Farfus (BRA) e Nick Yelloly (GBR). Quando l’auto farà il suo debutto in gara a Daytona nel gennaio 2023, riceverà il supporto di Colton Herta (USA).

Gli ospiti dell’evento a Los Angeles includevano il CEO di BMW M Franciscus van Meel, il capo di BMW M Motorsport Andreas Roos, il presidente dell’IMSA John Doonan e i proprietari del BMW M Team RLL Bobby Rahal, David Letterman e Patrick Lanigan.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Van Meel ha dichiarato che tutto il team è orgoglioso che, parallelamente al 50° compleanno di BMW M, l’azienda sta tornando sul grande palcoscenico del motorsport con la nuova BMW M Hybrid V8.

Sono felici che questa avventura inizi in Nord America, il mercato internazionale più importante per BMW M GmbH. Dopotutto, la M Hybrid V8 è più di una semplice vettura da corsa in quanto sta aprendo la strada a un futuro elettrico per Bimmer, dimostrando con enfasi quanto la M Power elettrificata possa essere dinamica ed emotiva.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Roos ha affermato che tornare nella classe più alta del motorsport e lottare per la vittoria assoluta in gare leggendarie come Daytona, Sebring e Road Atlanta nel 2023 è sia una grande sfida che un’enorme motivazione per tutti in BMW M Motorsport.

La casa automobilistica bavarese ha lavorato duramente negli ultimi mesi per preparare la BMW M Hybrid V8 per le corse in breve tempo. Grazie a tutti i suoi partner in Dallara, al BMW M Team RLL, al team di sviluppo RMG e al BMW Group Designworks per il fantastico supporto con l’assemblaggio, lo sviluppo e il test dell’auto.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Senza il loro supporto non sarebbe possibile portare avanti un progetto del genere. La BMW M Hybrid V8 è una bellissima auto da corsa. Ora è compito dei tecnici renderla veloce. Stanno lavorando per raggiungere questo obiettivo giorno dopo giorno e sono fiduciosi che saranno pronti a gennaio quando si metteranno davvero al lavoro per la prima volta a Daytona.

Bobby Rahal, il team principal del BMW M Team RLL, ha detto che comprende e apprezza il livello di impegno e dedizione che il team RLL dovrà affrontare per avere successo in questa nuova impresa.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

BMW M Motorsport sta fornendo alla squadra un’ottima auto da corsa, un ottimo motore e un’ottima formazione di piloti. Rahal comprende la portata della sfida che hanno di fronte e non vede l’ora di affrontarla a testa alta. Come in precedenza, il livello di collaborazione e lavoro di squadra è stato eccezionale. Essere al piano terra offre sicuramente al personale una buona visione dell’auto fin dall’inizio.

La BMW M Hybrid V8 ha iniziato il suo ampio programma di test negli Stati Uniti all’inizio di questa settimana con una prova al Sebring International Raceway. L’auto di prova sarà esposta anche nel prossimo weekend della Petit Le Mans.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Come la livrea mimetica utilizzata dalla BMW M Hybrid V8 durante i test, anche il design per la stagione agonistica proviene da BMW Group Designworks sotto la guida del programma di Michael Scully.

La livrea rappresenta un significativo allontanamento dal mimetismo “Icons of IMSA” basato sul patrimonio con uno stemma rivolto al futuro composto da blocchi moderni, audaci e frattali degli iconici colori M e del logo M.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Questi elementi sono stati decostruiti per formare quello che a prima vista potrebbe sembrare un modello triangolare astratto attraverso la BMW M Hybrid V8, ma, se visti di lato, il logo M scatta in posizione.

Il design presenta anche riferimenti “Mbedded” al logo BMW e utilizza sia elementi blu che viola per pronunciare i colori naturali dell’elettricità. Inoltre, la livrea ufficiale porta l’estensione nera opaca ora inconfondibile di BMW M Motorsport davanti all’abitacolo, sotto il lato guida del parabrezza, estendendo così il segno distintivo del design degli interni di BMW dell’orientamento del guidatore all’esterno dell’auto per una maggiore concentrazione del guidatore.

Infatti, sulle auto da gara questo elemento opaco antiriflesso sarà l’unica pellicola nera sull’auto, poiché tutte le altre aree nere mostrate al lancio rimarranno nella loro finitura nativa in fibra di carbonio. Questa misura ha permesso al team di ridurre il peso dal 25% al 30% rispetto a una livrea tradizionale per le auto da corsa.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Il debutto della livrea ufficiale della M Hybrid V8 offre anche la prima possibilità di vedere le superfici dell’auto in una veste non mimetica e di identificare aspetti del design, che potrebbero essere stati precedentemente oscurati.

La disposizione dei reni con illuminazione laser coincide con l’architettura aperta e scorrevole di un moderno prototipo di auto da corsa e l’aria che passa sotto e attraverso di essi è fondamentale per le prestazioni aerodinamiche dell’auto, sia in termini di raffreddamento che per efficienza di carico aerodinamico.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

La parte anteriore dell’auto richiama il cofano sfaccettato, il logo BMW e la configurazione a “Y” invertita tra i reni della BMW M Vision Next ed è un ottimo esempio di come le show car del brand tedesco ispirano non solo le auto di produzione, ma anche quelle da competizione. Questi elementi, affiancati dai caratteristici doppi fari su ciascun lato, rendono la parte anteriore dell’auto una vera BMW.

L’illuminazione dei reni utilizza una nuova particolare tecnologia. L’azienda svizzera L.E.S.S. SA ha sviluppato un nuovo approccio come alternativa all’illuminazione a LED in cui la luce è generata da una fibra ottica nanoattiva innescata da un laser. Ciò fornisce una luce ultra-brillante e ultra-uniforme all’interno di un fattore di forma molto piccolo in modo tale da risparmiare considerevolmente peso ed energia, quando è incorporato in un’auto.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Passando al profilo laterale dell’auto, possiamo vedere il muso di squalo proteso in avanti, la paletta di guida a forma di boomerang appena dietro il passaruota anteriore che richiama la funzione di sfiato dell’aria della M4, gli specchietti retrovisori esterni M e una moderna interpretazione del “the Hofmeister kink”.

Il sidepod porta una linea caratteristica che aiuta anche a definire l’uscita del flusso d’aria del diffusore anteriore.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Ecco i piloti che si alterneranno al volante delle due vetture da corsa

Come detto qualche riga fa, i quattro piloti principali per la stagione IMSA 2023 sono Connor De Phillippi, Philipp Eng, Augusto Farfus e Nick Yelloly. Guideranno le due vetture BMW M Hybrid V8, con i numeri di partenza 24 e 25, in tutte le gare della stagione. De Phillippi e Yelloly formeranno la prima coppia mentre Eng e Farfus l’altra.

Riceveranno supporto alle quattro gare di durata IMSA a Daytona, Sebring, Watkins Glen e Road Atlanta. Un altro uomo coinvolto nella 24 Ore di Daytona sarà il pilota IndyCar Colton Herta.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Connor De Phillippi ha detto che, da quando è stato annunciato il progetto GTP, è stato un suo sogno far parte del programma. Sa che tutti sono impazienti di fornire risultati in campionato per BMW M Motorsport ai massimi livelli della competizione IMSA. È un onore per lui aver avuto questa opportunità unica.

Philipp Eng ha invece dichiarato che non vedo l’ora di affrontare la sfida ed è grato a BMW M Motorsport per la fiducia che hanno riposto in lui. Non dimenticherà mai i miei primi giri con la M Hybrid V8. È un’auto da corsa purosangue con grandi prestazioni e potenza. Gli ricorda le vetture di Classe 1 nel DTM. Sarà molto divertente guidarla sugli ippodromi dell’IMSA.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Nick Yelloly ha affermato che, dopo le mie prime uscite a Daytona e Sebring, è fantastico gareggiare per l’intera stagione in Nord America e con questa fantastica vettura. Per lui è un ritorno alle origini con le auto da corsa ad alto carico aerodinamico. Non vede davvero l’ora.

Infine, Augusto Farfus ha detto che, rappresentare nuovamente BMW M Motorsport ai massimi livelli ed essere coinvolto nell’inizio di questa nuova era del motorsport è un’opportunità unica e un grande onore per lui. Questo entusiasmante progetto è uno dei momenti salienti della sua carriera. Il team imparerà molto dal suo primo anno nella competizione. Tuttavia, Farfus pensa che hanno tutte le carte in regola per ottenere buoni risultati fin dall’inizio.

BMW M Hybrid V8 livrea da gara

Parlando un po’ delle caratteristiche tecniche della BMW M Hybrid V8, propone un corpo lungo 5100 mm e largo 2000 mm, con un passo di 3150 mm e un peso minimo di 1030 kg. Sotto il cofano è presente un motore V8 biturbo da 4 litri con V a 90° e quattro valvole per cilindro, capace di sviluppare circa 649 CV di potenza e circa 650 Nm di coppia massima.

Il propulsore è costituito da un blocco di cilindri e una testata in alluminio mentre il rivestimento del cilindro vanta uno stato di ferro. Non manca un sistema a carter secco con pompa di scarico olio a sei celle e serbatoio olio e un’iniezione diretta ad alta pressione a 350 bar.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!