in

Bugatti Chiron L’Ébé: dispone di parti decorative in oro 24 carati

Questa speciale finitura è stata realizzata assiem a Poellath dopo cinque anni di sviluppo

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati

Bugatti e Poellath hanno impiegato cinque anni per sviluppare il nuovo Macaron dorato che ora adorna la griglia della speciale Bugatti Chiron L’Ébé. Solo con ricerche approfondite e prove di laboratorio, numerosi esperimenti e un’appassionata attenzione ai dettagli, i due team sono riusciti a ottenere il risultato perfetto in questa impareggiabile lavorazione artigianale.

Si basa sul solid 970 sterling silver Macaron che si trova solitamente sulle Chiron e che viene abbinato al nichel durante un lungo processo. Il nichel funge da base e protezione dalla corrosione per la finitura dorata che viene successivamente applicata.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati
Bugatti Chiron L’Ébé profilo laterale

Bugatti Chiron L’Ébé: la speciale hypercar dispone del nuovo Macaron dorato

Gli esperti applicano sul Macaron un sottile strato di oro di dimensioni comprese tra tre e quattro micrometri e poi lucidano la parte per dargli una finitura a specchio. Il processo, che viene eseguito prevalentemente manualmente, dura più di 10 ore.

Hendrik Malinowski, amministratore delegato vendite e marketing di Bugatti, ha detto che i clienti della casa automobilistica francese cercano lo straordinario. Pertanto, il brand considera sempre ciò che si adatta bene all’etica della qualità del marchio e come implementarla.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati 

Con il Macaron dorato sulla griglia a ferro di cavallo e gli altri elementi dorati del veicolo, Bugatti può offrire ai suoi clienti qualcosa che possono ottenere solo in questa forma. Per consentire agli elementi dorati di brillare davvero, il costruttore di hypercar ha eliminato la finitura trasparente.

L’idea di una forma ovale per lo stemma con scritte bianche su fondo rosso è arrivata direttamente da Ettore Bugatti. Verso la fine del 1909, il fondatore dell’azienda applicò un badge ovale in metallo smaltato sulla griglia del radiatore della Type 13. L’idea era che fosse immediatamente riconoscibile come una Bugatti.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati

Lo stemma è costituito dalla scritta del nome con sopra le iniziali EB (che sta per Ettore Bugatti) e 60 punti rossi tutt’intorno al bordo. Secondo quanto riportato, i 60 punti simboleggiano le perle, che all’inizio del XX secolo rappresentavano ricchezza e indipendenza.

In verità, erano fili che fungevano da coppiglie che fissavano saldamente le parti meccaniche l’una all’altra. Per Ettore Bugatti, l’affidabilità e la durata delle sue auto sono state di grande importanza per tutta la sua vita. Il Macaron è stato modificato solo leggermente nel corso degli anni.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati

Con la Bugatti Chiron L’Ébé, la casa francese ha rifinito in oro altri elementi esterni oltre al Macaron. Le finiture decorative a ferro di cavallo anteriore, l’emblema EB sul tappo del serbatoio e dell’olio e l’emblema EB sul retro hanno anche una finitura dorata.

La sfida più grande ha riguardato le ampie dimensioni del ferro di cavallo. Con il ferro di cavallo che misura più di 44 cm di lunghezza e 40 cm di larghezza, la superficie dorata è più evidente proprio in questa zona. Ci vuole la massima competenza ed esperienza in questo processo di finitura per applicare l’oro in modo impeccabile e completamente uniforme.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati

La carrozzeria è rivestita in Blue Royal

Tre linee color oro sottili e minimaliste si estendono dalla parte anteriore a quella posteriore attraverso la carrozzeria in carbonio Blue Royal, creando un contrasto impressionante. Il carbonio a vista Blue Royal presenta un look elegante e sportivo e ricorda i sofisticati modelli da turismo di Ettore Bugatti.

Con l’accento dorato, Bugatti enfatizza i contorni principali della Bugatti Chiron. Per le linee del veicolo, il marchio si è ispirato al design dell’auto da corsa Type 57 G Tank, che vinse la 24 Ore di Le Mans nel 1937. Con la speciale copertura del motore dotata di finitura dorata, il famoso W16 da 8 litri di Bugatti splende veramente in queste ultime Chiron. Anche la parte inferiore dell’alettone posteriore è decorata con la scritta L’Ébé dorata.

L’abitacolo in Silk/Lake Blue è coordinato con l’esterno. Anche qui la scritta L’Ébé nei poggiatesta e nell’inserto della console centrale illustra a chi è dedicato il veicolo. Nei pannelli delle portiere L’Ébé, Bugatti celebra i momenti salienti dei suoi oltre 110 anni di storia con un impressionante schizzo che mostra Chiron, Veyron 16.4, EB 110, Type 57 SC Atlantic e Type 35.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati

Per chi non lo sapesse, la Bugatti Chiron L’Ébé prende il nome dalla figlia maggiore di Ettore Bugatti. Nata nel 1903, L’Ébé ha avuto una visione più approfondita della genesi del marchio rispetto a qualsiasi altro.

Ettore Bugatti ha incorporato le proprie iniziali (EB) nel suo nome per creare un legame inseparabile tra il suo nome e quello della figlia. Nel suo libro The Story of Bugatti, una biografia del suo famoso padre, ha fornito approfondimenti dettagliati sulla storia dell’azienda e di suo padre. Come tutte le donne alla moda dell’epoca, era un’appassionata dello stile Art Déco. Bugatti ha deciso di onorarla nominando per lei i suoi ultimi tre modelli dell’hypercar.

Bugatti Chiron L’Ébé parti oro 24 carati

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!