in ,

Citroen C5 X: ecco come funzionano le sospensioni attive

La casa automobilistica francese ha sviluppato un nuovo sistema di sospensione attiva per la nuova ammiraglia, ovvero la Citroen C5 X

C5 X

Citroen è nota per aver prodotto alcuni fra i modelli più ossessionati dall’introdurre elevatissimi valori di comfort agli occupanti, mai creati fino ad ora. Mentre l’innovativa sospensione idropneumatica è stata messa da parte, la casa automobilistica francese ha ora sviluppato un nuovo sistema di sospensione attiva per la nuova ammiraglia ovvero la Citroen C5 X, promettendo una guida morbida e tutto il comfort che hai imparato ad aspettarti da un’ammiraglia di casa Citroen.

La variante ibrida plug-in della C5 X è l’unica Citroen che viene fornita di serie con le “Advanced Comfort Active Suspension”. Il sistema conserva i doppi ammortizzatori idraulici progressivi che si trovano anche in altri membri della gamma ma li combina per la prima volta con il controllo elettronico dell’ammortizzatore. Citroen dice che la nuova configurazione offre uno smorzamento più fluido e una buona manovrabilità. La casa automobilistica è arrivata al punto di suggerire che la loro ammiraglia offra “un comfort impareggiabile fra le vetture della sua categoria”, anche se non è chiaro se si riferiscano al Segmento di medie dimensioni o solo ai crossover di tipo fastback.

Nel video possiamo vedere la nuova Citroen C5 X superare diversi tipi di dossi, frenare bruscamente e praticare manovre ad alta velocità simili al test dell’alce durante le lunghe fasi che hanno interessato il suo sviluppo. La morbidezza delle sospensioni è evidente durante i test, anche se il modello non sembra perdere la sua compostezza anche in scenari estremi.

Citroen C5 X

Ciascuna delle quattro ruote è controllata in modo indipendente, con una serie di sensori (quattro sensori di posizione verticale e tre sensori di velocità delle ruote) che analizzano le condizioni stradali in modo che la centralina elettronica possa determinare in tempo reale la configurazione ottimale degli ammortizzatori. La sospensione ha tre modalità: Normale, Comfort e Sport. I primi due sono simili quando si guida a una velocità inferiore a 50 km/h, ma hanno una configurazione diversa a velocità più elevate, dando la priorità alla maneggevolezza e al supporto del corpo o a un cosiddetto “giro sul tappeto magico”. Infine, la modalità Sport è più dinamica e perciò più adatta per una guida vivace, anche se questi termini suonano un po’ fuori contesto per la natura da yacht della nuova Citroen C5 X.

Le sospensioni oggi a disposizione della Citroen C5 X hanno previsto quattro anni di sviluppo

Denis Mineret, Head of Development of C5 X Suspension Systems, ha trascorso quattro anni a lavorare sulla nuova sospensione: “per lo sviluppo della Citroen C5 X abbiamo dovuto rispettare una serie di specifiche molto rigorose: fare un passo avanti nello sviluppo della guida fluida che contraddistingue le sospensioni Citroën, offrendo al contempo un altissimo livello di sostegno del corpo”.

Questi commenti suggeriscono una configurazione specifica per Citroen che è una mossa logica per il costruttore di casa Stellantis per differenziarsi dalle sue controparti. La Citroen C5 X si basa su una versione allungata della piattaforma EMP2 condivisa con il crossover fastback Peugeot 408 e con la Peugeot 508.

La variante ibrida plug-in è dotata di un motore turbo da 1,6 litri e un unico motore elettrico che produce una potenza combinata di 225 cavalli. La potenza viene trasmessa all’asse anteriore attraverso un cambio automatico a otto rapporti che consente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi. Per quanto riguarda la gamma EV, la batteria da 12,4 kWh è buona per un valore nel ciclo WLTP di 50 chilometri.