Comincia a settembre la produzione della Microlino 2.0

Microlino 2.0La lunga gestazione del Microlino 2.0 fornisce i primi risultati. È stata infatti svelata già all’inizio dello scorso anno proprio la Microlino 2.0 della svizzera Micro, la interessante variante destinata alla produzione della vetturetta elettrica che si ispira alla storica Isetta degli Anni Cinquanta.

È servito quindi un ulteriore anno per l’annuncio di una data di avvio della produzione che è stata fissata per il prossimo mese di settembre. Sono infatti già 20mila gli esemplari di Microlino 2.0 già prenotati: la vettura sarà realizzata da una compagine formata dalla svizzera Micro e dall’italiana Cecomp. Proprio la Cecomp, che è una società piemontese specializzata nella progettazione, prototipazione e relativa industrializzazione, ha completato il primo prototipo di Microlino 2.0. Di questo ne saranno realizzati cinque esemplari che serviranno per i test e per la necessaria omologazione: conclusi questi step sarà avviata la produzione vera e propria. Si prevede di realizzarne almeno 3mila l’anno nel 2022 e quindi 6mila l’anno nel 2023. Il telaio sarà realizzato a Moncalieri mentre l’assemblaggio a La Loggia.

La Microlino 2.0 rappresenta una microcar omologata come quadriciclo pesante e si potrà guidare a partire da 16 anni con la patente B1. La nuova variante, rispetto alla primissima versione, è stata migliorato sotto ogni aspetto. Il telaio ad esempio è stato completamente riprogettato e viene realizzato ora in acciaio e alluminio con la carreggiata posteriore ora cresciuta. Queste modifiche dovrebbero consentire una tenuta di strada notevolmente migliorata e un generale aumento dei livelli di sicurezza. Sono nuovi anche gli interni e c’è un nuovo motore ora più potente mentre il prezzo dovrebbe attestarsi a circa 12mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.