in ,

Ferrari Purosangue: svelate ufficialmente le prime caratteristiche del motore

Il SUV debutterà nel secondo semestre del 2022

Ferrari Purosangue

Il nuovo Ferrari Purosangue si avvicina al debutto. Il primo SUV della casa di Maranello, infatti, sarà svelato nel corso dei prossimi mesi, andando a rinnovare la gamma Ferrari con un modello inedito ed in grado di sostenere la crescita del marchio nel corso dei prossimi anni. In occasione della presentazione dei risultati finanziari del primo trimestre del 2022, il CEO di Ferrari, Benedetto Vigna, ha confermato i primi dettagli sul motore del Ferrari Purosangue, mettendo la parola fine alle tante indiscrezioni degli ultimi mesi.

Il nuovo Ferrari Purosangue avrà un motore V12

A differenza dei rumor del recente passato, non sono previste più varianti per il Ferrari Purosangue. La casa di Maranello ha effettivamente testato più motorizzazioni per il suo SUV ma, alla fine dello sviluppo, ha scelto un’unica opzione. Il nuovo modello di casa Ferrari, infatti, arriverà sul mercato con un tradizionale e iconico motore V12.

La scelta è legata alla volontà di offrire un elevato livello di prestazioni e un’esperienza di guida in linea con la tradizione di Ferrari. Secondo Vigna, infatti, puntare sul V12 è “l’opzione giusta per il mercato“. Il nuovo Ferrari Purosangue, quindi, potrà contare su di un tradizionale 12 cilindri aspirato, quasi sicuramente privo di alcun sistema di elettrificazione.

Ferrari Purosangue
Foto spia di un prototipo del Ferrari Purosangue

Il motore del Purosangue dovrebbe garantire una potenza massima di oltre 800 CV permettendo al SUV di caratterizzarsi come un modello in grado di offrire prestazioni di livello assoluto. Per il momento, non sono state rivelate ulteriori informazioni sul progetto. Ricordiamo, infatti, che il debutto del nuovo Ferrari Purosangue è programmato soltanto nel corso del secondo semestre del 2022. Sarà necessario, quindi, attendere qualche settimana, o qualche mese, prima di scoprire tutti i dettagli relativi al nuovo modello.

Nei mesi scorsi era stata ipotizzata la presenza di un motore V6 ibrido per il Purosangue (lo stesso utilizzato dalle 296 GTB e GTS). Ferrari, però, ha preferito puntare su di un approccio più tradizionale per un modello che, con la tradizione della casa di Maranello, ha davvero poco in comune. Staremo a vedere quale sarà il risultato finale del progetto. Di certo, i clienti Ferrari sono già pronti ad acquistare le poche unità disponibili del nuovo SUV.

Leggi anche: Ferrari 296 GTB: accelerazione da record nei primi test dell’ibrida con il V6