in

Foxconn presenterà i primi modelli il 18 ottobre, possibile collaborazione con Pininfarina

Col brand Foxtron prenderà vita l’approdo di Foxconn nel comparto dell’automobile. I piani futuri sono ancora in pieno divenire

Foxconn

Col brand Foxtron prenderà vita l’approdo di Foxconn nel comparto dell’automobile. I piani futuri sono ancora in pieno divenire e presto dovrebbe sapersi qualche cosa in più. D’altronde Foxconn ha fissato per il prossimo 18 ottobre un evento utile a capire quelli che potranno essere i piani per l’approdo nel mondo dell’auto. Si tratterà dell’Hon Hai Technology Day, ovvero l’HHTD21, che lo scorso anno era stato utilizzato da Foxconn per introdurre il pianale MIH Open Platform utile per veicoli elettrici open source.

Secondo quanto è stato diffuso da Autoevolution, proprio quest’anno Foxconn presenterà i modelli che intenderà effettivamente realizzare nel prossimo futuro. Tuttavia pare sia ormai quasi certo che Foxconn realizzerà almeno una berlina di Segmento E, un bus e una SUV di Segmento C.

Denominazioni da prendere con le pinze per Foxconn

Un capitolo interessante sarà quello legato alle denominazioni dei modelli che dovrebbero acquisire nomi derivati dal Segmento di appartenenza del veicolo. Di certo in questo caso Foxconn potrebbe disporre di qualche problema se ad esempio la prevista berlina di Segmento E dovrebbe chiamarsi Model E. Difatti lo stesso problema fu anche di Tesla che aveva denominato in questo modo la Model 3 visto che la denominazione Model E risiede sotto il controllo di Ford. Tuttavia nei primi teaser è apparso anche il logo di Pininfarina sopra i passaruota anteriori, segno che la collaborazione con lo storico carrozziere potrebbe introdurre succose novità dal punto di vista dello stile.

D’altronde Pininfarina collabora già con diversi “attori” internazionali, non solo legati al comparto dell’automotive. Nel caso di Foxconn, affidare lo sviluppo dello stile ad una realtà come Pininfarina potrebbe voler significare molto. I modelli che saranno presentati il prossimo 18 ottobre potrebbero rappresentare però anche degli studi di fattibilità utili per altri costruttori che vorrebbero sfruttare la tecnologia messa a disposizione esulando quindi da eventuali possibilità di sviluppo. In questo modo Foxconn, col brand Foxtron, diventerebbe un costruttore on demand capace di fornire tecnologia e progetti a veicoli sviluppati da altri. Insomma, tutto è ancora in divenire e le sorprese potrebbero non mancare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *