in

Jeep baby SUV: sarà più compatto di Renegade

Stando alle voci di corridoio sul Jeep baby SUV, la futura proposta commerciale del Costruttore americano sarà più compatto di Renegade.

Jeep logo

Se ne è parlato e fra poco dovrebbe finalmente vedere la luce. Stiamo parlando del Jeep baby SUV, che, secondo le ultime comunicazioni, uscirà nelle concessionarie durante il 2022. Si tratta della futura entry-level al portafoglio prodotti del Costruttore americano nel Vecchio Continente. Su piattaforma STLA Small di Stellantis, il veicolo sarà fabbricato presso l’impianto di Tichy, in Polonia.

Il mezzo in questione sarà il più compatto targato Jeep. Risale proprio alle scorse ore l’annuncio che avrà dimensioni più contenute rispetto a Renegade, che attualmente costituisce il modello entry-level nella gamma del marchio appartenente al conglomerato italo francese Stellantis.

Jeep baby SUV: dimensioni ideali per lo scenario urbano

Jeep logo

Stando alle recenti voci trapelate, Jeep baby SUV avrà una lunghezza pari a circa 4.10 m. Ricordiamo come la Renegade, che nell’arco dei prossimi mesi subirà un lieve restyling, arriva a 4.23 m. Insomma, sarà un crossover appositamente concepito per viaggiare lungo i tratti urbani. In definitiva, una proposta che fa della piacevolezza della guida in città il fiore all’occhiello, dotato di ogni comfort, considerato ormai fondamentale dai tantissimi conducenti che se ne avvalgono in un contesto “a misura d’uomo”.

Per quanto riguarda la presentazione, Jeep baby SUV sarà presentata nella seconda metà del 2022. Il via alla fabbricazione sarebbe previsto in autunno e l’approdo sul mercato tra la fine dell’anno appena iniziato e l’apertura del 2023. Il rispetto nei confronti dell’ambiente sarà sincerato fin dalle battute iniziali. Difatti, dell’assortimento entrerà immediatamente a far parte la versione a trazione 100 per cento elettrica, rendendolo la prima Jeep a zero emissioni ad essere destinata in Europa. In quanto alla futura vettura del Costruttore a stelle e strisce sono girate ulteriori indiscrezioni. In particolare, risulta interessante la previsione di un esemplare rispettoso in tutto e per tutto dei tratti distintivi del brand.

La versione con trazione integrale uscirà in un secondo momento

Jeep logo

Sebbene l’alimentazione rispettosa dell’ambiente rappresenterà una svolta storica, almeno nei confini del Vecchio Continente, la filosofia alla base rimarrà quella già apprezzata dal pubblico di fedelissimi. In seconda istanza, sarà immessa in vendita una versione provvista di trazione integrale con l’allestimento di un motore compatto elettrico nell’asse posteriore.

Resta tuttora sconosciuto il nome che verrà attribuito a Sport Utility Vehicle in questione. Per avere un quadro più dettagliato bisognerà necessariamente attendere le prossime settimane (o i prossimi mesi). L’attesa non dovrebbe comunque essere troppo lunga. I soliti beninformati parlano di ulteriori informazioni sulla macchina in apertura del mese di marzo. E allora forse scopriremo per davvero il nome attribuito.