in

La Cina ha un numero eccessivo di produttori di veicoli elettrici

Secondo Xiao Yaqing, ministro dell’Industria e dell’IT della Cina nel paese ci sono troppi produttori di auto elettriche

Mercato auto
Mercato auto

Attualmente, non esiste un numero fisso su quanti produttori di veicoli elettrici ci sono in Cina. Secondo Autocar, le stime suggeriscono che siano circa 300. La realtà è che il mercato cinese dei veicoli elettrici, il più grande al mondo, sta crescendo a una velocità tale che è difficile essere consapevoli di tutti i suoi cambiamenti.

In Cina ci sono troppi produttori di auto elettriche secondo il governo

A causa di questa rapida crescita, lo stato cinese sta iniziando a intervenire. Il mese scorso, Xiao Yaqing, ministro dell’Industria e dell’IT, ha dichiarato: “Abbiamo troppe aziende di veicoli elettrici sul mercato in questo momento. Incoraggiamo gli sforzi di fusione e ristrutturazione nel settore dei veicoli elettrici”.

Naturalmente, in Cina, lo stato ottiene ciò che vuole e i prezzi delle azioni dei primi 10 produttori di veicoli elettrici per volume sono aumentati sulla scia di tali commenti. In Cina, gli sforzi sono concentrati sull’utilizzo della rivoluzione dei trasporti per costruire mega-marchi di veicoli elettrici di successo in patria e infine all’estero. Non si tratta di una strategia sostenibile per migliorare la qualità ambientale del Paese, ma dell’apertura di un nuovo mercato di sfruttamento.

I marchi cinesi di veicoli elettrici hanno compiuto progressi significativi nell’ultimo decennio. Anche altri sono stati puniti in questo periodo di tempo. Ne sono un esempio le vendite di Hyundai e KIA, che sono diminuite del 60% rispetto al 2014, e di Citroën e Hyundai, che hanno visto diminuire il loro marketing del 93% rispetto allo stesso anno. Questo mostra quanto velocemente il mercato può cambiare in Cina e il potere che i produttori nazionali hanno sugli acquirenti.

I proventi delle vendite sul mercato interno serviranno a finanziare ambizioni internazionali. L’industria cinese dei veicoli elettrici è troppo complessa, ma spiccano SAIC (con MG), Great Wall (con Wey), Nio e Geely (con Lynk & Co), che stanno già ponendo le loro basi in Europa.

Ti potrebbe interessare: La partnership di Renault con Geely in Cina solleva interrogativi per Nissan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *