La Panda 4×4 di Gianni Angelli venduta a suon di record

Panda 4x4 AgnelliQualche giorno fa durate l’asta di Bolaffi a Torino, c’è stato grande fermento per aggiudicarsi la Fiat Panda 4×4 Trekking del 1993 dell’avvocato Gianni Agnelli. La vettura possedeva una verniciatura color argento metallizzato con i noti doppi profili blu e neri che rappresentano la caratteristica numero uno di tutte le vetture dell’Avvocato.

La vettura di recente era stata restaurata da Garage Italia del nipote Lapo Elkann. La cosa interessante è che il primo intestatario della vettura è stato lo stesso Gianni Agnelli.

La Fiat Panda 4×4 è stata venduta per 37.000 euro, un prezzo incredibile e di molto superiore alle stime. Addirittura pare che questa Panda 4×4 sia la sola vettura registrata a nome di Gianni Agnelli. Si è trattato quindi di un vero e proprio record mondiale per una Fiat Panda 4×4, venduta a questo prezzo.

Tuttavia oltre alla Panda 4×4 di Gianni Agnelli, alla stessa asta era possibile trovare altre ottime vetture. La Top Lot è stata una Porsche 911 Speedster Turbolook aggiudicata con 190.000 euro. Tra le vetture esclusive c’era pure un’altra Porsche, questa volta una 993 Turbo del 1996, venduta per 126.000 euro e una Fiat 500 Capri venduta invece per 30.000 euro. Anche quest’ultima vettura si è resa protagonista di un record: si tratta infatti del prezzo più alto pagato per una Fiat 500, non Abarth.

Durante l’asta è stato anche avviato un procedimento per dichiarazione di interesse culturale da parte della Soprintendenza Piemonte. L’attenzione è stata rivolta ad una selezione di bozzetti, schizzi e disegni di stile.

Tale comportamento è stato definito un sopruso dall’amministratore delegato di Aste Bolaffi, Filippo Bolaffi, dato che la Soprintendenza ha “notificato lotti incongruenti tra loro, con interessante valore collezionistico per l’appassionato e frutto di anni di raccolta, ma non di certo provenienti da archivi”. Lo stesso Bolaffi avvierà quindi tutte le procedure per risolvere la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.