La Smart Fortwo Final Collector’s Edition è un addio ai motori termici

Smart Fortwo Final Collector’s EditionÈ il momento del cambiamento, sicuramente quello più radicale di sempre, in casa Smart. Dal 2020 infatti le attuali motorizzazioni termiche lasceranno il posto alla sola motorizzazione elettrica. Per questo motivo ora la casa ha lanciato una serie speciale di 21 esemplari denominata Final Collector’s Edition.

A partire dal prossimo anno infatti Smart venderà soltanto le versioni a due porti Fortwo e quella a quattro posti Forfour, entrambe dotate della sola motorizzazione elettrica. Per questo motivo ora è stata annunciata la serie speciale Smart Fortwo Final Collector’s Edition, costituita da soli 21 esemplari che hanno come base la Smart Fortwo Cabrio dotata di motore turbo benzina da 0.9 litri da 90 cavalli.

I 21 esemplari celebrano gli anni di attività del marchio: Smart è stata fondata infatti nel 1998.

La particolare versione Final Collector’s Edition è stata realizzata dal designer tedesco Konstantin Grcic che ha utilizzato una livrea bicolore, gialla e nera opaca. Tuttavia vengono colorati in giallo i cerchi anteriori, il cofano e anche alcuni tratti delle portiere. Il nero è invece utilizzato sui cerchi posteriori, per il tetto, per l’altra metà delle portiere e al posteriore.

All’interno la Smart Fortwo Final Collector’s Edition presenta anche una livrea bicolore; sono gialli infatti la fascia centrale della plancia, lo schienale del sedile sinistro e una parte delle portiere, in nero invece lo schienale del sedile destro, la parte bassa del volante e l’altra metà del rivestimento delle portiere.

I particolari che contraddistinguono questa speciale versione della Smart Fortwo Final Collector’s Edition sono il numero 21 posizionato sui poggiatesta, sul pomello del cambio, sulla leva del freno a mano, sulla soglia di accesso delle portiere e su queste ultime.

Tuttavia la cura dei dettagli e l’interesse della versione costa ben 51.578 euro. Mica male per l’ultima Smart con motore termico della storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.