in

Porsche 911 Turbo S: l’ultimo esemplare di TopCar è in fibra di carbonio verde

TopCar Design, factory russa, ha presentato il tredicesimo e ultimo esemplare della sua Porsche 911 Turbo S, in fibra di carbonio verde.

Porsche 911 Turbo S TopCar Design

Il tuner russo TopCar Design ha appena costruito la sua tredicesima e ultima Porsche 911 Stinger GTR Limited Carbon Edition, stavolta in fibra di carbonio verde. La factory ha annunciato per la prima volta i piani inerenti alla sua 911 Turbo S nell’agosto del 2021 e presentato a gennaio uno degli esemplari iniziali costruiti, in tinta marrone. Tuttavia, a livello di impatto visivo, la vettura qui ritratta porta le cose a un livello completamente nuovo.

Porsche 911 Turbo S, la serie limitata di TopCar Design chiude con un’unità in fibra di carbonio verde

Porsche 911 Turbo S TopCar Design

La fibra di carbonio così colorata è stata resa popolare da artisti del calibro di Pagani, Koenigsegg e, in misura minore, McLaren. Tradizionalmente, il risultato può essere ottenuto intrecciando diversi materiali e filati tingibili come vetro, poliestere e aramide nel carbonio o dipingendo su uno strato trasparente colorato sopra il carbonio. Non siamo sicuri del processo adottato da TopCar, ma l’esito finale parla da sé.

Una miriade di ulteriori modifiche è stata apportata alla Porsche 911 Stinger GTR Limited Carbon Edition. Ad esempio, la parte anteriore beneficia di un paraurti e di uno splitter aerodinamico rivisti. Il tuner del Paese dell’Est ha anche progettato un nuovo cofano montando nuovi pannelli dei quarti anteriori completi di feritoie. I tocchi di stile proseguono lungo le fiancate dell’auto con minigonne uniche e l’opzione di cerchi in alluminio forgiato, che misurano 20 × 9 pollici all’anteriore e 20 × 11,5 al posteriore.

Porsche 911 Turbo S TopCar Design

Gli interventi interessano pure il posteriore dove è presente un’ala fissa e un paraurti unico con tanto di diffusore aggressivo. TopCar offre inoltre ai propri clienti uno scarico in titanio Akrapovic per un extra di 5 mila euro.

Non è stata, invece, messa mano sul motore, ma in fondo non è nemmeno un aspetto negativo. Dopotutto, il 3,8 litri biturbo flat-six dell’ottava generazione di 911 Turbo S, detta 992, è in grado di erogare 641 CV e 590 Nm di coppia motrice massima. I valori si traducono in uno scatto da 0 a 100 in 2,7 secondi e una velocità di picco pari a 330 km/h.