Presentata la Pininfarina Battista da 1900 cavalli!

Pininfarina BattistaLa Pininfarina Battista è l’ultima nata in casa Automobili Pininfarina (azienda distaccata da Pininfarina), si tratta di una hypercar elettrica che ha debuttato a questo ultimo Salone di Ginevra. La sua commercializzazione dovrebbe avvenire non prima del 2020, quando Pininfarina compirà 90 anni di età; il nome Battista è lo stesso del fondatore del marchio di design.

La Battista è alimentata da quattro motori elettrici, realizzati da Rimac in Croazia, che vantano una potenza di ben 1.900 cavalli e 2.300 Nm di coppia che permettono alla Pininfarina Battista uno scatto decisamente fulmineo. Per raggiungere i 300 km/h partendo da fermo, servono appena 12 secondi!

Per distribuire al meglio il peso complessivo, la batteria presenta una particolare disposizione a T e viene infatti posizionata sotto al tunnel centrale per giungere poi all’asse posteriore e possiede una capacità di 120 kW/h. Viene raffreddata a liquido.

Dal punto di vista del design la Pininfarina Battista possiede forme classiche e decisamente eleganti, frutto di 90 anni di progetti e design in grande stile. Sono più di 100 le Ferrari disegnate dall’azienda. Non troviamo nessun eccesso stilistico mentre dal punto di vista tecnico parliamo di una struttura realizzata in monoscocca in fibra di carbonio con pannellature dello stesso materiale. Pininfarina ha inoltre dichiarato che la Battista potrà replicare un suono specifico.

La Pininfarina Battista verrà distribuita in soli 150 esemplari venduti a 2 milioni euro, realizzati completamente a mano in Italia. La ripartizione tuttavia sarà equa tra Nord America, Europa e Medio Oriente. Inoltre Pininfarina presenterà ai sui clienti un servizio di grande classe, mettendo a disposizione specialisti nel settore della vendita al dettaglio di vetture di lusso. Ogni singolo dettaglio della Battista potrà essere personalizzato dai fortunatissimi clienti finali, rendendola davvero un prodotto quasi sartoriale. Non ci resta che aspettare il prossimo anno per vederla sulle strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.