in

Windows of Opprtunity: alla scoperta dei finestrini interattivi

General Motors è al centro di un progetto innovativo che potrebbe far felici milioni di bambini e non solo. Intere generazioni hanno sognato e fantasticato dal finestrino dell’automobile di papà, osservando l’orizzonte e di tanto in tanto (J) sfogando il proprio estro con disegni fantasiosi, fatti semplicemente con un dito e la condensa.

Tutto nasce da un progetto israeliano, esattamente nel reparto ricerca e sviluppo di General Motors, dove alcuni studenti e ricercatori del Bezalel Academy of Art and Design si sono resi protagonisti di un’idea sensazionale chiamata Windows of Opportunity (WOO).

Windows of Opportunity è un sistema che permette ai passeggeri di interagire con il paesaggio che li circonda, attraverso il finestrino dell’automobile. Il progetto nasce da una ricerca psicologica che afferma che chi è seduto nei sedili posteriori dell’automobile si sente “tagliato fuori”. Soprattutto i bambini che hanno bisogno di continui stimoli.

I finestrini diventano così display interattivi (touchscreen) capaci di stimolare la creatività e catturare l’attenzione dei passeggeri e, soprattutto, relazionarli al mondo esterno. Al momento si stanno studiando delle applicazioni per sfruttare al meglio questa tecnologia.

Al momento ne sono state create 4:

Otto, per interagire con le altre auto e con le variazioni meteorologiche.

Foofu, per disegnare liberamente con il dito.

Spindow, per sbirciare dai finestrini di utenti di tutto il mondo.

Pond, per condividere musica e messaggi con altre auto.

“WOO è solo uno dei tanti progetti in corso a GM che potrebbero reinventare l’esperienza dei passeggeri negli anni a venire” parola Omer Tsimhoni, manager di general motors.