TOP

Cane in automobile: il trasporto è legale, l’abbandono NO!!!

Iniziamo questo articolo con un invito importante: NON ABBANDONATE GLI ANIMALI, soprattutto i cani visto che aumentano le strutture pet friends e le modalità di trasporto sono davvero minime. Rientriamo nel nostro tema principale e vediamo come trasportare il cane in automobile senza infrangere la legge. Partiamo dall’articolo 169 del nuovo codice della strada che tratta in generale il trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore e ci da delle indicazioni semplici. Dice: “È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.”

Letto che cosa dice? Gli animali si possono trasportare anche in numero superiore ad uno “purché non infastidiscano la guida”, quindi se Fuffy il barboncino ha il vizio di saltarvi in braccio mentre frenate al semaforo o inizia ad agitarsi quando vi fermate magari perché vede una cagnolina o un cagnolino dovete metterlo al sicuro. Dove si mettono al sicuro gli animali in appositi contenitori chiamati kennel ed esitono kennel appositi per il trasporto animali in auto. Abituandolo fin da cucciolo a questo spazio partendo da casa considera il kennel un comodo spazio dove poter dormire e riposarsi anche quando è in movimento. L’apposita gabbia o contenitore, riprendendo vanno posti in genere dietro e in una posizione che permetta il ricambio d’aria. PEr gli animali più grandi si può usare anche il vano posteriore suddividendolo con delle reti rinforzate. Il consiglio che vi vogliamo dare per trasportare il cane in auto per lunghi viaggi è quella di educarlo fin da cucciolo e abituarlo al trasporto, questo perché l’effetto movimento potrebbe sballottare l’amico a quattro zampe e provocare del malessere che non è il mal d’auto, una vera patologia che affligge gli animali e che può essere affrontata, proprio come per gli umani, con dei rimedi farmaceutici o omeopatici sotto consiglio del veterinario di fiducia. Ed ora prenotate la struttura pet friendly e buone vacanze per voi e tutta la famiglia.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>