Alfa Romeo, svelati i piani per il futuro: “Arriverà qualcosa di mai visto prima”

Francesco Armenio
Jean Philippe Imparato, amministratore delegato di Alfa Romeo, ha svelato i piani futuri del marchio e quali novità sono previste.
Jean-Philippe Imparato
Il CEO di Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato

In occasione della presentazione alla stampa della nuova Alfa Romeo Junior Veloce, con motore elettrico da 280 cavalli, Jean Philippe Imparato, amministratore delegato di Alfa Romeo, ha delineato i piani futuri del marchio. Imparato ha annunciato una strategia molto ambiziosa, ovvero quella di lanciare un nuovo veicolo ogni anno, partendo proprio dalla Junior, con l’obiettivo di rinnovare e ampliare la gamma e, di conseguenza, aumentare il volume di vendite del marchio anche in altri mercati globali. Nel 2025 ci sarà il debutto della nuova Stelvio, previsto per il secondo trimestre dell’anno. La sua presentazione è dunque fissata per la prima metà del 2025. Nel 2026, invece, toccherà alla nuova Giulia.

Alfa Romeo, svelati i piani per il futuro: Stelvio, Giulia e altri modelli in arrivo

Alfa Romeo Stelvio

Jean Philippe Imparato ha espresso grande entusiasmo per la nuova Alfa Romeo Stelvio, descrivendola come “davvero bellissima”. Sia Stelvio che Giulia continueranno ad essere prodotte presso lo stabilimento di Cassino ed, essendo totalmente “Made in Italy”, chissà se sarà applicata la bandiera italiana sulla carrozzeria.

Inoltre, il CEO del Biscione ha fornito ulteriori dettagli sui piani futuri di Alfa Romeo, estendendo la visione del marchio, almeno per il momento, fino al 2027. L’amministratore delegato ha confermato che il modello previsto per quell’anno apparterrà al segmento E. Sebbene non abbia voluto dare ulteriori dettagli in merito a questo modello, ha dichiarato che sarà “qualcosa di completamente diverso dalle attuali categorie di auto”. Secondo Imparato, infatti, questo nuovo modello sarà così innovativo da non poter essere facilmente collocato in un segmento tradizionale.

Così come Alfa Romeo Stelvio e Giulia, anche questa auto sarà prodotta nello stabilimento di Cassino. In precedenza, invece, si parlava di una produzione presso lo stabilimento Stellantis di Detroit. Il veicolo sarà basato sulla piattaforma STLA Large, la stessa utilizzata per Dodge Charger Daytona e che verrà utilizzata anche dalle nuove generazione di Stelvio e Giulia.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio

Imparato ha espresso inoltre di voler lanciare sul mercato solo auto elettriche. Tuttavia, ha affermato che, in base all’evoluzione del mercato e delle tecnologie, non si esclude la possibilità di offrire anche versioni con motore termico per questi modelli.

L’amministratore delegato ha discusso anche del 2028, affermando però che al momento non sono state prese ancora decisioni in merito. L’azienda sta infatti valutando due opzioni: la prima è una nuova generazione di Tonale, mentre la seconda un erede della Giulietta, che avrebbe un aspetto più sportivo rispetto al passato. In merito potrebbero arrivare novità entro la fine dell’anno, secondo le parole di Imparato.

Seguici con Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie Automotive Clicca Qui!

  Argomento:  -