Arriva a novembre nelle concessionarie la nuova Nissan Juke

Nissan JukeÈ chiaro che la Nissan Juke è diventata ben presto una vera e propria icona di stile, divenuto subito il suo vero punto di forza. I dati dicono che a partire dal 2010 sono stati venduti ben 10 milioni di esemplari di Nissan Juke, ma la concorrenza sempre più agguerrita ha cominciato a far sentire alla Juke il peso degli anni. La seconda generazione arriverà nelle concessionarie a novembre 2019, con un design decisamente curato frutto di linee ben marcate, vicine al nuovo corso stilistico intrapreso da Nissan. Nel complesso la vettura appare molto più grintosa.

Tuttavia non mancano richiami al modello attuale, a cominciare dai fari tondi posizionati sul fascione anteriore per finire ai grandi passaruota. Immancabile anche la caratteristica mascherina a forma di V che identifica tutte le Nissan e le luci a LED posizionate sopra ai fari principali.

Se si guarda la Nissan Juke lateralmente, si nota una fiancata decisamente interessante con finestrini dalle aperture ridotte e le maniglie delle portiere posteriori incastonate nel telaio dei finestrini. L’aspetto da coupé è servito. Cambiano anche i fanali posteriori sul nuovo portellone, ora a sviluppo orizzontale e non più a forma di boomerang. Interessante la possibilità di avere il tetto con vernice a contrasto rispetto al resto della carrozzeria.

L’abitacolo pare molto curato con un grande schermo per il sistema multimediale da 8 pollici montato a sbalzo. La nuova Nissan Juke è più lunga della precedente generazione (di 7.5 centimetri) con una lunghezza complessiva di 421 centimetri. Ne beneficia il passo aumentato di 10 centimetri che dovrebbe garantire un’abitabilità maggiore.

La Juke utilizza lo stesso pianale (CMF-B) della Renault Captur, capace di aumentare la rigidezza pur riducendo il peso complessivo. I motori al lancio sono il tre cilindri turbo da 1.0 litri benzina e 117 cavalli. Più avanti è prevista anche una versione ibrida mentre non sono previste motorizzazioni diesel. I prezzi partono da 19.620 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.