in ,

Aston Martin: DB4, DB5, DB6

aston martin db4 1958

aston martin db4 1958

Il debutto dell’ Aston Martin DB4 è avvenuto nel 1958 e segnò gli anni più gloriosi per la casa automobilistica inglese.

Sotto una carrozzeria di produzione italiana, realizzata in alluminio, era montato un motore a sei cilindri Tadek Marek con doppia punteria.

Il modello successivo, la Aston DB5 verrà sempre ricordata come l’auto di James Bond.

La DB6 chiuderà la serie in bellezza: agli inizi degli anni ’70 alcuni problemi di natura economica, che provocarono perdite fino a un milione di sterline l’anno, spinsero il proprietario della Aston, David Brown (da cui la sigla DB) ad abbandonare la compagnia.

Internamente i sedili posteriori della versione a tetto rigido (esiste anche la versione decappottabile) sono un po’ scomodi ma lussuosamente rivestiti in pelle, il cruscotto rappresenta il trionfo della forma sulla funzionalità: gli indicatori sono sparsi un po’ ovunque.

I prezzi di questi modelli diAston Martin DB sono parecchio cari, dare una cifra esatta è impossibile, ma possiamo affermare che non si trova quasi nulla al di sotto dei 70 mila euro (e dipende dalle condizioni in cui la si trova).

Pensate che la Aston Martin DB4 GT, prodotta in solo 75 esemplari, dal 1959 al 1963, ha un valore di circa un milione di dollari!

aston martin db4 gt
DB4 GT
aston martin db5
DB5 James Bond
aston martin db6
DB6