BMW M2: ecco tutto quello che sappiamo

La BMW M2 presto ci regalerà importanti novità. Infatti la celebre vettura di Bmw riceverà la sua seconda generazione nel 2022 equipaggiata con il motore a sei cilindri da 3,0 litri che già equipaggia modelli come M3 e M4, sebbene questa volta con una potenza leggermente inferiore. Arriveranno due versioni, manterrà esclusivamente il suo sistema di propulsione e sarà presentato il prossimo anno con un lancio commerciale previsto per il 2023.

La seconda generazione della BMW M2, che riceve il nome interno di G87, dovrebbe arrivare nel 2022, anche se non sarà fino al 2023 quando inizierà la sua commercializzazione. Tuttavia, siamo già in grado di anticipare le prime caratteristiche con cui l’azienda tedesca intende affrontare modelli come la Mercedes-AMG A 45. Ad esempio il motore, che sarà il noto S58 che già equipaggiano modelli come M3 o M4, ovvero un sei cilindri a benzina da 3,0 litri con doppio turbo che questa volta punta a una potenza di 410 cavalli per la M2 convenzionale e la 430 Competizione. Quest’ultima cifra è solo 50 cavalli in meno rispetto alla M3 standard.

Sebbene sia previsto un aumento del peso del set, le prestazioni della nuova BMW M2 saranno migliori di quella attuale. L’accelerazione da 0 a 100 chilometri all’ora sarà intorno ai 4 secondi, mentre la velocità massima sarà di circa 280 chilometri all’ora, anche se è prevedibile che ci sarà una limitazione elettronica a 250.

In linea di principio, BMW offrirà di serie un cambio manuale a sei marce, anche se come opzione sarà offerto un cambio automatico Steptronic con convertitore di coppia a otto velocità, che debutterà nel modello. Per quanto riguarda la sua cabina, è già noto che avrà un grande schermo fluttuante sul cruscotto che in realtà saranno due, uno per il cruscotto e un altro per il sistema multimediale.

Ti potrebbe interessare: Volkswagen e BMW hanno fatto cartello: multa di 875 milioni

Bmw M2

Bmw M2

Andrea Senatore

Laureato in Giurisprudenza, appassionato di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.