in

Dodge Hornet: Alfa Romeo Tonale avrà un gemello in America?

Alfa Romeo Tonale

Nei prossimi anni vedremo molto movimento tra i diversi marchi del gruppo Stellantis. Ebbene, oltre alla nascita di nuovi prodotti, troveremo anche modelli che condivideranno piattaforma e motori con altri dei loro nuovi marchi gemelli, e questo nuovo report ne è un buon esempio.

Secondo il blog italiano Passione Auto Italiane, Dodge potrebbe rilasciare a breve termine un nuovo crossover compatto che sarà prodotto in Italia e che condividerà il DNA con Alfa Romeo Tonale, anche se il suo mercato principale continuerà ad essere il Nord America, dove sopravvive questo marchio del vecchio gruppo Chrysler, con solo 3 linee di prodotti: Dodge Charger, Dodge Challenger e Dodge Durango. Quindi un SUV compatto o di medie dimensioni è il passo logico per questo catalogo.

Secondo il suddetto rapporto, presso lo stabilimento di Pomigliano D’Arco a Napoli, dove verrà assemblata la futura Alfa Romeo Tonale, verrà prodotto anche un secondo modello che sarà legato proprio al nuovo crossover compatto della casa del Biscione.

Secondo questo blog, il modello si chiamerà Dodge Hornet ed è già stato confermato dai membri di Stellantis, anche se non vi sono altre dichiarazioni al riguardo di quelle che appaiono in questo stesso rapporto. Si presume che il nuovo Hornet sarà basato sulla stessa piattaforma del Tonale, quindi sarà prodotto sulla stessa catena di montaggio in Italia, anche se non è prevista la commercializzazione in Europa. Il suo mercato principale continuerà ad essere il Nord America: Stati Uniti, Messico e Canada.

Oltre alla piattaforma, la Hornet utilizzerà la stessa meccanica, sebbene il rapporto menzioni solo il blocco a 4 cilindri da 2,0 litri. Allo stesso modo, se questo report saràconfermato, possiamo aspettarci che anche il futuro Hornet avrà la stessa meccanica ibrida plug-in del Tonale, sebbene questo set meccanico non sia stato menzionato dal blog italiano.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Tonale arriverà a settembre per poi essere venduta a partire dall’anno nuovo

Lascia un commento